L’oliva di Gaeta protagonista a “Vista sul Golfo” il programma di Teleuniverso

L’oliva di Gaeta protagonista a “Vista sul Golfo” il programma di Teleuniverso

Una “valanga” di consensi e di riconoscimenti ha accolto – e non poteva essere diversamente – l’approvazione, dopo 15 anni di attesa e di duro lavoro, con la relativa pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea, della domanda di registrazione dell’oliva di Gaeta nelle 288 Dop italiane, la denominazione di origine protetta.

L’oliva di Gaeta ora può inaugurare importanti prospettive di natura economica ed occupazionale e di questo argomento si parlerà questa sera, giovedì 12 gennaio, alle ore 22.35, al 15° numero di “Vista sul Golfo”, la rubrica settimanale di Teleuniverso dedicata al sud pontino.

Ma le cose ancora da fare sono tante e tali, in primis l’attivazione del Consorzio di tutela e la promozione dell’Oliva di Gaeta Dop in Italia e all’estero. La registrazione presso gli organismi di certificazione europei apre ora di fatto un percorso di ulteriore sviluppo, soprattutto in termini di economia e reddito per gli olivicoltori, destinato ad esaltare sui mercati la distintività di questo rinomato prodotto, un’eccellenza della gastronomia del Golfo che lega indissolubilmente il suo nome al territorio di origine. Che poi l’Oliva di Gaeta entri a far parte delle 288 denominazioni di origine Italiane riconosciute dall’Unione Europea, di cui 165 Dop e 123 Igp oltre a 2 Stg, il merito, indiscusso, è di un imprenditore di Formia, figlio d’arte, che ha dovuto, suo malgrado, indossare anche i panni del Don Chisciotte per vincere questa sfida epocale sotto il profilo economico e, perché no, culturale. Si tratta di Maurizio Simeone, titolare di un’apprezzata azienda agricola locale, “Gli Archi”, ma da anni  presidente del Consorzio per la Tutela e la Valorizzazione dell’Oliva di Gaeta Dop, organismo titolare del procedimento avviato presso il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.

Simeone sarà proprio l’ospite questa sera a “Vista sul Golfo” di Saverio Forte con cui illustrerà, attraverso un’attesa intervista, le prospettive e gli altri traguardi che attendono il Consorzio dopo il via alla fase definitiva della protezione a livello comunitario attraverso la quale  possono essere vendute, con la denominazione di Olive di Gaeta, solo le olive da mensa, derivanti dalla cultivar Itrana, dichiarate conformi al disciplinare di produzione a seguito delle verifiche dell’organismo di controllo nominato dal Ministero.

Questo riconoscimento, di sicuro, favorirà il sistema produttivo e l’economia del territorio, tutelerà l’ambiente (perché il legame indissolubile con il territorio di origine esige la salvaguardia degli ecosistemi e della biodiversità) e sosterrà la coesione sociale dell’intera comunità. Quella ottenuta, poi, è peraltro una certificazione comunitaria che offre maggiori garanzie ai consumatori con un livello di tracciabilità e di sicurezza alimentare più elevato rispetto ad altri prodotti, in quanto tende ad inibire i fenomeni di sofisticazione alimentare attuata con prodotti di scarso pregio imitativi delle eccellenze agroalimentari da tutelare.

L’attività del Consorzio per la Tutela e la Valorizzazione dell’Oliva di Gaeta Dop, grazie all’opera di Simeone, si estende sul territorio di ben 44 comuni, senza soluzione di continuità, sulle tre province laziali di Roma, Latina e Frosinone, compresi i comuni contigui campani di Cellole e di Sessa Aurunca. Qui bisognerà ora davvero vincere la sfida: sensibilizzare tutti i soggetti coinvolti nella filiera dell’Oliva di Gaeta (agricoltori, trasformatori, intermediari, confezionatori) e i consumatori, sulla valorizzazione della nuova denominazione di origine conseguita. E non è un caso che la prima assemblea pubblica, convocata alla vigilia del Capodanno dal sindaco di Rocca Massima, Angelo Tomei, ha ottenuto una partecipazione record, al di sopra delle più ottimistiche previsioni.

“Vista sul Golfo” andrà in onda sui canali 16 e 198 del digitale terrestre in tutto il Lazio, sul canale 89 per quanto riguarda l’Abruzzo, sul canale 617 per il Molise e – come sempre – con un ‘ora di differita su Teleuniverso +1  (canale 661) oltre che in streaming sul sito internet.  La replica della puntata di “Vista sul Golfo” sarà in programma venerdì 13 gennaio, alle 10,30, di Teleuniverso e nei prossimi giorni sulle altri reti e sul canale Youtube del nostro gruppo editoriale.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social