Lascia una lettera di addio ai genitori: 20enne rintracciato al Molo Vespucci

Lascia una lettera di addio ai genitori: 20enne rintracciato al Molo Vespucci

Doveva andare all’ufficio postale. Era uscito di casa alle 11 dicendo che doveva andare alle Poste. Invece le sue intenzioni erano ben diverse…  poco dopo se ne sarebbero resi conto anche i familiari e la scoperta li avrebbe sconvolti.

Un 20enne, stamattina, ha lasciato casa comunicando ai genitori che avrebbe svolto una commissione per fare ritorno subito dopo. Eppure le ore sono passate inutilmente, il giovane non rincasava e i familiari non riuscivano a mettersi in contatto con lui.

Qualcosa non tornava. Il comportamento del ragazzo non convinceva.  La madre e il padre del 20enne hanno voluto controllare in camera sua, magari aveva lasciato un indizio, un numero di telefono che li aiutasse a rintracciarlo. Le ricerche sono state subito fruttuose, nella stanza il giovane aveva lasciato una lettera nella quale annunciava la sua intenzione di farla finita.

Di fronte a quella rivelazione i due coniugi devono essere entrati nel panico, mantenere la lucidità deve essere stato quasi impossibile, ma necessario. Ogni minuto, ogni attimo, poteva essere prezioso. Bisognava muoversi in fretta. E così hanno fatto.

La richiesta di aiuto è stata rivolta immediatamente agli uomini del Commissariato di Polizia di Formia che per celerità di intervento hanno chiesto al personale della Municipale di aiutarli nelle ricerche. E due agenti dei vigili urbani, Fabio Lombardi e Concetta Fico, sono arrivati al momento giusto nel posto giusto.

Erano le 14.30 quando hanno visto l’auto indicata come quella a bordo della quale il 20enne aveva lasciato casa in sosta nel parcheggio del Molo Vespucci. Ormai sapevano di essere vicini al ragazzo.

Tra la paura di arrivare tardi e il desiderio che quell’incubo finisse presto nel migliore dei modi hanno notato il ragazzo seduto sulla scogliera e lo hanno avvicinato. Con delicatezza, attenzione, grande garbo gli hanno chiesto il nome. La domanda o solo la presenza ha fatto crollare il giovane in un pianto a dirotto. Rassicurato è stato accompagnato nell’auto di servizio della Municipale e calmato. Avvisati sono arrivati anche gli uomini del Commissariato ed è stato così che quella che sembrava una vicenda destinata a trasformarsi in tragedia ha avuto, per tutta una serie di fortunate coincidenza, un lieto fine.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social