Una passeggiata in spiaggia, un selfie e poi… l’immondizia tra le dune

Una passeggiata in spiaggia, un selfie e poi… l’immondizia tra le dune

Nei mesi estivi e soprattutto a ridosso del ferragosto, vengono spesso emesse ordinanze per tutelare le spiagge da falò e rave. Soprattutto in aree su cui insistono vincoli come quella del Parco Nazionale del Circeo. Controlli a tappeto per evitare che le passerelle vengano divelte ed utilizzate per appiccare il fuoco ma anche per contrastare fenomeni come quello delle discariche abusive.

E d’inverno che succede? Che il litorale diventa terra di nessuno e che in giornate come quelle a ridosso delle festività la situazione peggiori. Resti di bivacchi, fazzolettini e chi più ne ha più ne metta. Addentrarsi tra le dune poi, può significare anche trovarsi davanti mucchi di eternit e anche ingombranti, sacchi di immondizia e tutto ciò che al termine dell’estate doveva essere portato via e invece è stato occultato. Servono interventi di pulizia, è vero ma il problema è a monte e arriva quando c’è chi, senza alcun tipo di senso civico lascia l’immondizia sulla spiaggia e tra le dune, magari dopo il selfie di turno con il Circeo alle spalle.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social