Botti illegali trovati in un magazzino di Terracina dalle Fiamme Gialle

I "botti" sequestrati a Terracina

I Finanzieri della Compagnia di Terracina dopo giorni di intensa attività finalizzata alla repressione della vendita di artifici pirotecnici hanno individuato in Terracina all’interno di un magazzino di circa 10 metri quadrati, risultato essere nella disponibilità di un cittadino italiano tale D.P.P., trentenne, nato a Latina ma residente a Terracina, numerosi artifici pirotecnici illegalmente detenuti.

Militari della Guardia di Finanza con il materiale sequestrato
Militari della Guardia di Finanza con il materiale sequestrato

All’interno del magazzino il soggetto deteneva illecitamente 62 artifici pirotecnici di IV categoria in assenza delle specifiche autorizzazioni nonché 17 batterie di fuochi pirotecnici di V categoria, privi dei necessari accorgimenti di sicurezza mettendo in tal modo a repentaglio non solo l’incolumità personale e dei suoi familiari ma anche quella dei luoghi circostanti.


Tutto il materiale è stato quindi sottoposto a sequestro e ai sensi dell’articolo 354 C.P.P. e il cittadino italiano denunciato a piede libero per violazione degli artt. 47 del Tulps e 678 C.P. per detenzione di materiale esplodente in assenza della necessaria licenza dell’autorità e le prescritte cautele nonché degli artt. 38 del Tulps e 679 C.P. omessa denuncia all’Autorità per detenzione di materie esplodenti.