Non risponde alla porta: 53enne trovato morto a Monte San Biagio

Immagine di repertorio

AGGIORNAMENTO – I parenti non riuscivano a contattarlo da diverse ore, è stato trovato morto in casa dai vigili del fuoco. Stroncato da un infarto, all’atto degli accertamenti medici. Un dramma che il giorno di Natale a Monte San Biagio ha visto spirare il 53enne Marco Michele D’Adamo, fondano fino a prima residente a Lenola e da qualche mese trasferitosi nel centro storico del paese.

Operaio in una ditta di imballaggi della Piana, separato, l’uomo attualmente viveva da solo. Secondo le ricostruzioni i congiunti, in primis i fratelli, non riuscivano più a rintracciarlo dalla mattina. Il telefono, a cui a margine del cenone della Vigilia, la notte del 25, intorno all’una, aveva risposto per scambiare gli auguri di rito, aveva preso a squillare a vuoto. Nessuna traccia del 53enne nemmeno quando chi lo cercava con sempre più insistenza si è portato sull’uscio della sua abitazione monticellana. Dopo l’ennesima bussata senza risposta, l’allarme, che ha portato nel cuore del paese, in via Portone, i vigili del fuoco della squadra 3 A, proveniente da Terracina. Una segnalazione di soccorso che ha visto convergere sul posto anche il personale del 118 e, successivamente, i carabinieri di stanza presso la Tenenza di Fondi, portando dunque a forzare l’ingresso dell’appartamento. Erano circa le due oggi, 26. Questione di poco, il tempo di entrare, ed operanti e parenti si sono trovati di fronte a quello che ormai si temeva. La scomparsa era legata al peggio: D’Adamo giaceva ormai privo di vita in camera da letto. Nulla da fare, per rianimarlo, con i sanitari intervenuti che ne hanno inquadrato il decesso come conseguenza di un infarto. Un improvviso malore che l’ha sorpreso e portato via in un giorno di festa, in circostanze in cui nessuno ha potuto aiutarlo.


Subito accertate le cause naturali dell’accaduto, la salma del 53enne è stata formalmente restituita ai familiari per le esequie. Avranno luogo domani pomeriggio a Fondi, celebrate a partire dalle 15,30 nella chiesa del cimitero comunale, e curate dalle onoranze funebri “Viola & Zomparelli”.