Formia, Piano Urbano del Traffico: no dei Cinque Stelle

Formia, Piano Urbano del Traffico: no dei Cinque Stelle

“Come volevasi dimostrare l’Amministrazione Comunale del Comune di Formia sta cercando di portare al traguardo quel PUT (Piano Urbano del Traffico) che modificherà sostanzialmente e crediamo in peggio i livelli di vivibilità dei cittadini legati alla mobilità urbana. Il Piano presentato in Consiglio comunale viene oggi “scoperto” da molti commentatori e parti politiche, impegnati ad esprimere critiche e lamentele varie, ma in realtà ha avuto una lunga gestazione pubblica con tanto di sito internet destinato ad un simbolico confronto con i cittadini”.

formia-candidato-sindaco-5-stelle-003Lo ricorda lo Staff Comunicazione Meet Up 5 Stelle Formia anticipando la discussione, che si dovrebbe concludere con l’adozione del Piano, lunedì 5 dicembre in Consiglio comunale

“Si tratta di un Piano verso il quale il Meetup di Formia 5 Stelle ha in più occasioni espresso dubbi e perplessità, ritenendolo soprattutto monco in una delle sue parti essenziali, il Piano Urbano dei Trasporti.

In questi giorni è arrivato in Consiglio comunale privo a quanto pare anche del Piano Urbano della Sosta, altro elemento essenziale per valutare nella sua completezza un Piano sulla Mobilità urbana che a nostro giudizio dovrebbe tendere essenzialmente a restituire la città ai cittadini sottraendola al traffico degli automezzi privati, all’inquinamento e al caos e nel contempo a garantire un’efficiente servizio di trasporto pubblico, la piena transitabilità delle strade ed il libero e rapido accesso a servizi, utenze ed esercizi commerciali da parte di tutti e su tutto il territorio urbano.

Per tutte le obiezioni ed i rilievi già fatti vi rinviamo ai nostri precedenti comunicati qui Piano traffico e mobilità cittadina: le contraddizioni di un piano incompleto del 6 aprile 2016, qui Piano Mobilità: restano i dubbi e le perplessità del 5 ottobre 2015 ed in una nota interna al Meetup che risale al lontano 6 novembre 2014 emessa a ridosso dell’incontro di presentazione del progetto. L’iter portato avanti dall’A.C. in questi mesi non ha per niente sciolto le nostre perplessità ed anzi quello che era il timore che si continuasse a delineare una città a dimensione di auto e non di uomo è ormai una certezza.

Nella presentazione in Consiglio comunale fatta nei giorni scorsi si parla di attuazione per gradi e di esperimenti, segno evidente che anche per chi lo presenta questo progetto è parziale e pieno di incognite. Il rischio è che tuttavia si finisca con sconvolgere la vita cittadina nei prossimi mesi senza trovare un’adeguata soluzione ai problemi della città.

Una boutade in chiave renziana per gettare un po’ di fumo negli occhi degli elettori a ridosso del referendum o un anticipo dell’interessato attivismo dei nostri amministratori in chiave pre-elettorale? Lo sapremo nei prossimi giorni. Non potendo influire sull’esito della delibera, esprimiamo comunque l’augurio che i consiglieri di tutte le parti politiche votino no contro una delibera che rischia di gettare nel caos la città per un intero anno e più e di procedere ad un più razionale confronto che metta al centro di qualsiasi soluzione un adeguato Piano del Trasporto Pubblico”.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social