Arrestati quattro componenti del clan Di Silvio per estorsione e minacce

E’ stata la denuncia di un imprenditore per estorsioni e minacce a dare l’avvio alle indagini degli uomini della Questura di Latina. E le attività investigative degli agenti della Mobile di Latina, con il supporto dell’U.PG.S.P. e di equipaggi del Reparto prevenzione crimine del Lazio si sono concluse stamattina con l’esecuzione di quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dal giudice per le indagini preliminari del tribunale del capoluogo pontino.

Ad essere stati raggiunti dal provvedimento sono stati Ferdinando Di Silvio detto il “Pupetto” 27enne già noto alle forze dell’ordine e sorvegliato speciale di P.S., Samuele Di Silvio 26enneanche lui già conosciuto dagli inquirenti, Renato Pugliese 29enne, già sorvegliato speciale di P.S., Agostino Riccardo 33enne anche lui sorvegliato speciale di P.S..

Le indagini sono state condotte dagli investigatori della Squadra Mobile con estrema cautela, riservatezza e celerità vista la delicatezza dei reati contestati e la pericolosità dei soggetti autori, noti esponenti di una delle famiglie criminali “ROM” presenti in questo capoluogo.

Raggiunti dai provvedimenti cautelari i quattro sono stati associati nelle Case circondariali di Velletri, Frosinone e Latina a disposizione della competente autorità giudiziaria ad eccezione del Riccardo, già detenuto in Benevento.

 

LE FOTO DEGLI ARRESTATI: