Abusivismo edilizio a Ponza, ci è cascato anche il Sindaco (che ha già sanato)

Abusivismo edilizio a Ponza, ci è cascato anche il Sindaco (che ha già sanato)

“L’esposto anonimo (in realtà non lo è essendovi allegato un documento d’identità ndr), che mi riguarda ha cancellato tutti i miei dubbi sulla ricandidatura a Sindaco di Ponza l’anno prossimo. Mi dispiace che la campagna elettorale inizi con i veleni, ma sono sicuro che si concluderà con una vittoria della squadra che ha dimostrato essere l’antidoto a un passato che Ponza non meritava. Noi costruiamo il futuro di Ponza, perché è lì che passeremo il resto della nostra vita.

Piero Vigorelli

Piero Vigorelli

Quanto ai contenuti dell’esposto, ricordo che 14 anni fa, quando facevo solo il giornalista, ho acquistato, con un mutuo, un piccolo appartamento nel quale da allora risiedo, in un luogo comodo e senza vista sul mare di Ponza, l’isola che mi aveva rapito una trentina di anni prima per il suo ineguagliabile fascino.

L’appartamento era in condizioni pietose, coperto da muffe, a tratti pericolante, e quindi necessitava interventi precisi di ristrutturazione.

Come geometra e progettista dei lavori ho scelto Carlo Marcone, che ha redatto un progetto che mi è piaciuto.

E così è stato addirittura rifatto il solaio perché traballante e il cortiletto interno è stato arricchito da una fioriera che oggi è rigogliosa.

La camera da letto al 1° piano non aveva finestre e quindi il geometra Marcone mi ha proposto di aprirla e di realizzare una balconata lunga otto metri che dava sul cortiletto interno.

Mi ha garantito che avrebbe chiesto tutte le necessarie autorizzazioni, dalla paesaggistica alla Sovrintendenza, oltre che il permesso a costruire. Tutti questi adempimenti sono stati eseguiti e sono agli atti.

Mi è stato poi proposto di “ruotare” il balcone, per ottenere il risultato, più razionale, di un terrazzo (lungo 4 metri) a copertura per meno del 40% del cortiletto interno, assicurandomi che la cosa era del tutto fattibile e legale.

All’epoca ero all’oscuro delle leggi sull’edilizia che adesso un po’ conosco, e mi sono fidato.

Tutto ciò premesso, credo che nel mese di agosto 2016 la Regione Lazio ha chiesto all’Ufficio Tecnico Comunale (UTC) di verificare la veridicità di un esposto anonimo a loro pervenuto. Uno dei tanti, ma questo riguardava il Sindaco.

L’UTC ha svolto tutte le verifiche del caso, anche in contraddittorio con gli uffici della Regione, ha eseguito sopralluoghi nella mia abitazione e ha concluso le verifiche il 24 novembre scorso.

L’UTC ha confermato che tutti i titoli abilitativi per la ristrutturazione dell’appartamento erano validi, che non c’era stato nessun innalzamento del muro di ingresso nel cortiletto, che c’era un ripostiglio di circa 4 metri quadrati.

Tuttavia, la “rotazione” della balconata aveva prodotto un incremento della superficie autorizzata di 6,92 metri quadrati.

L’UTC ha accertato l’impossibilità di procedere a una demolizione senza arrecare pregiudizi alle opere legittimamente autorizzate, e di conseguenza ha applicato l’art. 18 della Legge Regionale n. 15/08 (Vigilanza sull’attività urbanistico-edilizia) e ha comminato una sanzione pecuniaria di alcune migliaia di euro.

Venerdì 25 mi è stata notificata l’ingiunzione e questo lunedì mattina, prima di far ritorno a Ponza, ho effettuato il bonifico bancario per l’intera somma.

E’ evidente che siamo di fronte a una strumentalizzazione tipica delle campagne elettorali sguaiate.

La differenza è tuttavia assolutamente chiara: il giornalista, 14 anni fa, non pensava di commettere un piccolo abuso di 6,92 metri quadrati; mentre il Sindaco, 14 anni dopo, una volta messo al corrente, ha pagato immediatamente la sanzione pecuniaria piuttosto salata.

La strada della legalità intrapresa nel maggio 2012 non si è quindi fermata di fronte a nessuno.

Quando alla somma versata nelle casse comunali dal Sindaco che in questi anni non ha mai preso un euro di stipendio, penso che sarà devoluta a finalità ben più nobili degli intenti dell’autore dell’esposto.

Penso che andrà a tutto vantaggio della popolazione ponzese. Vuol dire che sarà il regalo di Natale del Sindaco”.

Pagina: 1 2

You must be logged in to post a comment Login

h24Social