‘Imprese Oggi’ contro lo spostamento del mercato settimanale di Itri

‘Imprese Oggi’ contro lo spostamento del mercato settimanale di Itri

“L’associazione ‘Imprese Oggi’ è stata formalmente invitata dal Comune di Itri – si legge in una nota a firma di Marrigo Rosato, segretario generale dell’associazione – a prendere parte alla Conferenza dei Servizi che si svolgerà lunedi prossimo, 28 novembre alle ore 11.00 presso la Regione Lazio per esprimere un parere circa lo spostamento del mercato settimanale dall’attuale sito di Via Apollonia – Via Don Morosini – Piazzale Carabinieri d’Italia a Località Giovenco.

Il Comune di Itri

Il Comune di Itri

In quella sede il Segretario Generale dell’associazione esprimerà tutte le perplessità sulla decisione assunta dall’amministrazione comunale sia per motivi tecnici, poiché il mercato verrà smembrato in due aree molto distanti tra loro con il settore alimentare e casalinghi – ben 26 operatori – che sarà trasferito nel Piazzale dei Carabinieri d’Italia, ed il settore non alimentare (abbigliamento, calzature ecc.) – ben 45 operatori – nell’area di Via Giovenco, a circa 500 metri di distanza al termine di una strada in salita.

Aldilà dei motivi tecnici e di merito, che saranno esposti in sede di Conferenza dei Servizi, la Associazione ‘Imprese Oggi’ esprimerà il proprio parere contrario, sebbene consultivo, perché la decisione della amministrazione creerà un danno non solo agli operatori ambulanti, ma anche agli operatori in sede fissa che non potranno più beneficiare dei flussi commerciali che il mercato genera ogni venerdi al centro del tessuto urbano del centro storico di Itri. Le aree indicate sono situate nella periferia del paese e dunque si prevede non solo una perdita di competitività complessiva del mercato ma di riflesso una flessione degli introiti delle stesse attività commerciali in sede fissa. Inoltre, subiranno pesanti disagi i consumatori e gli utenti del mercato che si vedranno costretti a fare la spola da una area ad un’altra del mercato se vorranno effettuare gli acquisti, mentre è noto che la forza dei mercati consiste proprio nella loro integrazione della offerta merceologica, della varietà dei prodotti e della competitività dei prezzi. Chi subirà gli effetti più negativi dallo spostamento del mercato sarà proprio Itri nel suo complesso perché, per un decisione non ben argomentata, si priverà di una delle più antiche tradizioni del commercio – il mercato settimanale – che tende ad integrare la vita sociale, a sviluppare le relazioni tra le persone e dunque a far accrescere la vita dei paesi nel loro complesso. Inviteremo quindi l’Amministrazione Comunale di Itri a sospendere l’iter del trasferimento del mercato in località Giovenco e Piazzale dei Carabinieri d’Italia ed a rivedere le decisioni assunte”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social