Si spaccia per poliziotto e minaccia di morte una donna a Gaeta, arrestato a Terracina

AGGIORNAMENTO – Marzo 2021: per mezzo del proprio legale l’uomo al centro del comunicato stampa della Polizia di Stato – Questura di Latina, ha chiesto la cancellazione dei propri dati personali. 

La Polizia di Stato – Questura di Latina, Squadra Mobile unitamente alla Sezione di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Terracina in ausilio alla Squadra Mobile di Rimini, ha tratto in arresto XXXXX XXXXX, nato a Roma il XX.XX.XXXX per Stalking e sostituzione di persona. Il XXXXX, inizialmente non rintracciato al suo domicilio, è stato individuato e bloccato in Terracina questa mattina.


L’uomo dal gennaio 2016 e fino a novembre di quest’anno ha minacciato, anche di morte, e molestato una donna di origini rumene del ’74, conosciuta su un sito di incontri, domiciliata inizialmente a Gaeta poi trasferitasi a Rimini e di là allontanatasi verso Pescara, costretta a cambiare domicili anche a causa della sua condotta molesta. In particolare il XXXXX non esitava a spacciarsi di volta in volta per un appartenente alla Polizia anche chiamando i centralini degli Uffici di Polizia della zona dove sapeva essere la donna.

Altre volte si appostava nei pressi del luogo dove la donna si trovava in Rimini, per contattarla nuovamente adducendo di essere un poliziotto e di dover effettuare tali controlli il tutto rendendole la vita impossibile. Durante queste vicende, e prima della loro completa ricostruzione investigativa, sfociata nell’odierno arresto in virtù di Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere, il Questore di Rimini aveva anche emesso un provvedimento di Ammonimento in suo danno che però non sortiva l’effetto di farlo desistere da tali condotte persecutorie in danno della donna.