Alla faccia delle proteste dei pendolari, la Regione Lazio annuncia: “Più treni sulla tratta Roma-Formia-Minturno”

Alla faccia delle proteste dei pendolari, la Regione Lazio annuncia: “Più treni sulla tratta Roma-Formia-Minturno”

Domenica 13 novembre tutta la città di Minturno si stringe a sostegno del comitato di pendolari, dell’associaizone Terranima e di Confconsumatori, che hanno organizzato una protesta di massa contro i nuovi orari dei treni voluti da Trenitalia. Una battaglia che sta andando avanti da molte settimane ma contro la quale sembra oramai non esserci più nulla da fare. La Regione ha infatti appena diramato una nota con la quale annuncia di aver trovato un accordo. Ma a questo punto senza che i pendolari siano stati ascoltati nella richiesta di ritirare la soppressione della fermata di Minturno sulla tratta Roma-Formia. Intanto il Sindaco di Minturno, Gerardo Stefanelli, ha indetto una conferenza stampa per oggi, venerdì 11 novembre, alle ore 17, presso il Palazzo Municipale. Tema dell’incontro: aggiornamento sulla questione del nuovo piano orario riguardante la stazione ferroviaria di Minturno-Scauri .

protestaL’intera collettività minturnese – ma non solo- è invitata ad unirsi per salvaguardare la stazione ferroviaria dal taglio dei treni. Abbiamo perso tante cose, non possiamo continuare a farci sottrarre i servizi fondamentali di cui oggi usufruiamo rimanendo a guardare. L’iniziativa a difesa di esse richiede però l’impegno di tutti! Nel gruppo Terranima alcune associazioni si sono già mosse: ora chiediamo la collaborazione di tutte le organizzazioni presenti nel Paese, dal mondo imprenditoriale al quello del volontariato. Le prime devono sentirsi interessate perché svilire i collegamenti ferroviari significa perdere quel valore di attrazione che oggi caratterizza la nostra città, al centro di luoghi di grande interesse (RM-NA) comodamente raggiungibili anche col treno.

La manifestazione di domenica chiede alla società tutta di esprimere la vitalità della nostra città, l’orgoglio di non volersi considerare abitanti di una città in decadenza; lo si può fare, ad esempio, facendo accendere i tanti colori del nostro folklore nel bel mezzo delle persone che parteciperanno al corteo; oppure associando l’allegria delle passeggiate del Cosmos a cui affiancare tutti i nostri bambini portati con la propria bicicletta. Tutti insieme dunque per animare una manifestazione con la quale lanciare il messaggio, alla lontana Regione, che MINTURNO e gli altri Comuni interessati da questa causa, sono una entità della Regione Lazio vitale, numerosa, che ha una propria voce silente nella sua compostezza ma sicuramente rumorosa se ferita per l’ennesima volta!!!”.

A PAGINA 2 LA NOTA DELLA REGIONE LAZIO

A PAGINA 3 LA NOTA DEL CONSIGLIERE REGIONALE ENRICO FORTE

Pagina: 1 2 3

You must be logged in to post a comment Login

h24Social