Operazione Enigma tra Terracina, Fondi, Itri e Formia: non parla nessuno

Operazione Enigma tra Terracina, Fondi, Itri e Formia: non parla nessuno

Tutti in silenzio. Negli interrogatori di garanzia, gli indagati nell’inchiesta dell’Antimafia di Roma, denominata “Enigma” e relativa a due presunte organizzazioni criminali dedite al narcotraffico tra Terracina, Fondi, Itri e Formia, gli indagati continuano a fare scena muta.

Ad avvalersi della facoltà di non rispondere con il gip del Tribunale di Latina, Giuseppe Cario, che li ha interrogati per rogatoria, sono stati ora Attilio Franzini, 39enne di Formia, Raffaele Ferraro, 30enne napoletano, Davide Terracciano, 28enne fondano, Onorato Rotunno, 30 anni, anche lui di Fondi, e Marco Iacovacci, 44enne terracinese, difesi dagli avvocati Giulio Mastrobattista, Atena Agresti, Massimiliano Di Girolamo, Enzo Biasillo e Domenico Oropallo.

Slittato invece, essendo ai domiciliari già per un’altra vicenda e non avendo avuto dalla Corte d’Appello di Roma il permesso per allontanarsene, fosse pure per recarsi a Latina in tribunale per farsi interrogare, l’interrogatorio di Mirko Mauti, 28enne fondano. E se entro domani non arriverà l’ok dalla capitale e non verrà compiuto tale interrogatorio, la misura per il giovane, difeso sempre dagli avvocati Mastrobattista e Agresti, perderà di efficacia.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social