Fondi, niente “pocket money”: migranti in rivolta. Intervento in forze di polizia e carabinieri

Fondi, niente “pocket money”: migranti in rivolta. Intervento in forze di polizia e carabinieri

GLI ULTIMI PRECEDENTI

Quella andata in scena ieri è stata sicuramente la più eclatante, ma non è stata certo l’unica protesta dei migranti – circa 370 in totale – ospiti nei centri d’accoglienza della Piana, in primis de “La Ginestra”. Se questa volta ad accendere gli animi è stata la mancata consegna dei “pocket money”, 75 euro mensili che spesso e volentieri finiscono direttamente per essere spediti alle famiglie rimaste nei Paesi d’origine, in uno degli ultimi casi, quello senz’altro più curioso, gli ospiti iniziarono a protestare perché, pur ottenuto l’agognato asilo, non avevano intenzione di abbandonare il centro di via Roma della coop.

Gli "ammutinati"

Gli “ammutinati”

Un episodio dello scorso aprile, e che vide una decina di ragazzi provenienti dal Gambia e dal Bangladesh che proprio non volevano saperne di fare le valige: nonostante l’asilo, in alcuni casi politico, in altri per motivi umanitari, in attesa della conclusione dell’iter per il permesso di soggiorno si erano imposti di restare sotto lo stesso tetto che aveva costituto per mesi la loro casa. E dunque chi a dire di non sapere assolutamente dove dormire, chi a sottolineare di non avere lavoro soldi per sostenersi. “Non ci muoviamo, abbiamo paura di rimanere in strada”, dissero allora i protagonisti della bagarre. Qualcuno dei quali si offrì anche per un lavoro da falegname o muratore. Anche in quel caso, ad ogni modo ben diverso dall’ultimo, arrivarono le forze dell’ordine, con gli “ammutinati” che successivamente decisero di salutare “La Ginestra” in maniera autonoma, evitando lo sgombero.

A fine settembre, sempre presso la sede di via Roma, altro episodio particolare: alcuni richiedenti asilo, decisi ad evitare il trasloco in un’altra sede per far posto a delle donne in gravidanza, fecero ferro e fuoco. Tre, poco dopo, gli “epurati”.

 

 

 

 

 

Pagina: 1 2 3

You must be logged in to post a comment Login

h24Social