Sparatoria a San Felice Circeo, indagati in cinque

Sparatoria a San Felice Circeo, indagati in cinque

Chiuse le indagini preliminari per il duplice tentato omicidio del 6 marzo scorso a San Felice Circeo. Indagato Alessandro Zof, di Latina, in carcere con l’accusa di aver cercato di uccidere a colpi di pistola, su viale Circe, dopo un banale litigio all’interno dell’American Bar, i terracinesi Roberto Guizzon e Alessio De Cupis, zio e nipote.

Indagati poi dal sostituto procuratore Gregorio Capasso il fratello di Alessandro, Fabio Zof, accusato di concorso in detenzione illecita dell’arma utilizzata per l’agguato e di aver accompagnato, dopo i fatti, il fratello a Latina, e il latinense Lello Gallo, anche lui accusato per la detenzione dell’arma e di aver sviato le indagini. Con quest’ultima accusa indagati, infine, l’apriliano Emanuele Scaglione e Paolo Di Martino, di Napoli, il primo per aver accompagnato Zof in Campania  e il secondo per avergli dato ospitalità.

Per i cinque si profila ora la richiesta di rinvio a giudizio.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]