Gaeta, centro commerciale all’ex Panapesca: sì del Consiglio comunale

Ex Panapesca

Con la presa d’atto della Variante al Piano Regolatore Territoriale, in località Arzano Sud – Comparto “A”, Ridefinizione dei lotti 1 e 4, il Consiglio comunale di Gaeta dice sì al cambio di destinazione d’uso dell’area ex Panapesca in località Arzano, all’ingresso lato Napoli di Gaeta: da zona industriale diventa zona servizi commerciali, produttivi, artigianali.

Cosimino Mitrano
Cosimino Mitrano

Incontenibile la soddisfazione del sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano per la pluralità di obbiettivi di grande rilevanza per la città che con tale ridefinizione urbanistica si potranno raggiungere: “E’ un traguardo importante, dà il via ad un percorso che porterà alla demolizione di tutto lo stabilimento, poi alla successiva ricostruzione con la realizzazione di locali per attività commerciali. Rappresenta molto più di una semplice speranza per i 46 ex dipendenti Panapesca, che avranno la possibilità di recuperare un diritto, ma soprattutto, ciò che rappresenta una parte fondamentale della vita umana, cioè il proprio lavoro. A tal proposito desideriamo ringraziare gli ex dipendenti del sito industriale per la pazienza che hanno avuto, per la fiducia che hanno riposto non solo nei sindacati ma anche in noi amministratori. Si tratta di un risultato occupazionale eccezionale, che ha richiesto anni, ha richiesto impegno. Ma alla fine l’audacia della nostra Amministrazione è stata vincente. Dopo tre anni, due protocolli firmati, l’ultimo il 18 marzo 2015, siamo giunti ad un traguardo epocale. In merito rivolgiamo un grazie sincero a tutta la maggioranza che ha sempre creduto in un progetto, coeso, concertato e condiviso con i sindacati, con gli ex dipendenti e con il tavolo istituzionale, formato anche dal Consorzio Industriale e dalla Camera di Commercio.


Altro obbiettivo della nuova destinazione d’uso – prosegue il Primo Il Primo Cittadino -, è la riqualificazione urbana e la rivitalizzazione del quartiere La Piaja: infatti dopo l’abbattimento dell’esistente, un vero cimitero industriale, l’intervento per la creazione dei locali commerciali prevede la sistemazione dell’area secondo una progettualità ecosostenibile, quindi con rispetto dell’ambiente, saranno create piste ciclabili, parcheggi, ci saranno dimensioni ridotte dei manufatti, anche in altezza. Tutto ciò non solo rappresenterà un notevole contributo all’accrescimento dell’estetica urbana all’ingresso della città, ma migliorerà in modo esponenziale la vivibilità del quartiere La Piaja.

Ed ancora – conclude il Sindaco -, si profila la rilevante occasione di sviluppare le potenzialità commerciali del nostro territorio e di aumentare la sua capacità di attrazione di flussi economici provenienti dai Comuni limitrofi. L’apertura di medie strutture richiamerà consumatori che al momento si rivolgono altrove, recando benefici a tutta l’economia locale. Ciò avrà una ricaduta estremamente positiva sull’offerta occupazionale”.

 

A PAGINA 2 ‘L’ITER AMMINISTRATIVO E LA DELIBERAZIONE APPROVATA IN CONSIGLIO COMUNALE’