Carenza idrica, Acqualatina ha presentato il piano degli interventi

Carenza idrica, Acqualatina ha presentato il piano degli interventi

Come noto, dal mese di agosto, il territorio dell’Ato4, in special modo il Sud Pontino, sta affrontando un’anomala carenza idrica causata dall’abbassamento dei livelli di acqua nelle falde naturali. Dal confronto delle portate delle centrali Mazzoccolo e Capodacqua, le due principali fonti a servizio dei Comuni del Sud Pontino, infatti, confrontando il  mese di settembre 2016 con il mese di settembre 2015 si rileva un deficit di circa 94,5 litri al secondo, mentre il confronto tra la portata disponibile nel 2016 e quella del 2012, anno che ha visto un’altra rilevante carenza idrica, registra un deficit di 48,5 litri al secondo. Quest’anno, dunque, il territorio è oggetto di una crisi idrica ancora più pesante di quella del 2012. A fronte di questa situazione, Acqualatina è intervenuta, sin da subito, mettendo in atto un piano d’azione straordinario, che ha previsto:

  • un rafforzamento delle squadre tecniche;
  • un’accelerazione degli interventi di riparazione perdite su strada;
  • il posizionamento di numerose autobotti come mezzi sostitutivi;
  • manovre di regolazione di pressione notturna;
  • una costante informazione a favore delle istituzioni e degli utenti.

Tutto ciò, al fine di lenire quanto più possibile i disagi sul territorio, disagi, che, comunque, sono stati ingenti. Tale fenomeno è dovuto al fatto che la carenza idrica ha riguardato soprattutto un territorio, il Sud Pontino, caratterizzato da una infrastruttura idrica estremamente fragile, con perdite che rappresentano circa il 70% dell’acqua immessa in rete e un rendimento di rete medio pari solo al 21%, contro il 29% dell’intero Ato4. Acqualatina ha presentato il piano degli interventi necessario a risolvere la problematica dell’approvvigionamento, nel Sud Pontino e non solo, e che agisce sostanzialmente su due fronti: nuove fonti di approvvigionamento e potenziamento di quelle esistenti, da una parte, e recupero delle perdite fisiche dall’altro.

 

A PAGINA 2 ‘IL COMMENTO DELL’A.D. DI ACQUALATINA’

A PAGINA 3 ‘GLI INTERVENTI PROGRAMMATI’

Pagina: 1 2 3

You must be logged in to post a comment Login

h24Social