Omicidio al Felix di Latina: libero uno dei fermati

Omicidio al Felix di Latina: libero uno dei fermati

Manca all’appello uno degli aggressori. Uno dei due uomini che avrebbero infierito su Marius Arinei quando, ferito da una coltellata all’inguine rivelatasi mortale era già a terra, è ancora uccel di bosco. Questa la principale novità che emerge dagli interrogatori dei fermati per l’omicidio all’interno della discoteca “Felix” di Latina di domenica scorsa, tenuti dal gip Mara Mattioli, che ha poi disposto la misura della custodia cautelare in carcere per due indagati e rimesso in libertà un terzo. Ma non è l’unico elemento rilevante che emerge dalle indagini, ancora in pieno svolgimento.

La squadra mobile, nell’informativa trasmessa al sostituto procuratore Luigia Spinelli, titolare dell’inchiesta, ha infatti puntato il dito anche contro il proprietario del noto locale notturno, sostenendo che avrebbe fatto inquinare la scena del crimine e aiutato a fuggire gli attuali arrestati.

 

A PAGINA 2 ‘I FATTI’

A PAGINA 3 ‘LA FUGA E I DUBBI SUL PROPRIETARIO DEL LOCALE’

A PAGINA 4 ‘LE PRIME INDAGINI E GLI INTERROGATORI’

Pagina: 1 2 3 4

You must be logged in to post a comment Login

h24Social