Fondi, soldi falsi al mercato: denunciata un’ottantenne

Ad ottant’anni, sfiorando addirittura l’arresto, è stata denunciata per spendita di banconote false. Soldi taroccati con cui, secondo le ricostruzioni degli agenti della polizia municipale di Fondi, un’anziana stava tentando di “invadere” il mercato domenicale di via Mola di Santa Maria.

I fatti nella mattinata di domenica scorsa, in una giornata in cui agli uomini del comparto Commercio solitamente di stanza tra le bancarelle erano stati segnalati vari casi di soldi taroccati, appena spesi in particolare presso gli stalli di alcuni coltivatori diretti. La pensionata, un’ottantenne del posto, è stata fermata in seguito al tentativo di pagare una spesa di pochi euro con un biglietto da cinquanta euro risultato contraffatto. Non l’unico, a quanto pare. Con sé, alla luce degli accertamenti posti in essere dal personale della Municipale, la donna aveva altre banconote false. Tagli da cinquanta e venti “col trucco”, ma replicate in maniera ritenuta davvero molto simile alle banconote originali, con tanto di “viso cangiante”. Inizialmente, come d’ufficio, dai vertici del comando di via Occorsio si stava propendendo per procedere all’arresto in flagranza di reato, eventualità fortunatamente per l’anziana messa da parte in un secondo momento proprio in considerazione dell’età avanzata, in accordo con il sostituto procuratore di turno.


Per quanto riguarda le banconote rinvenute nella disponibilità della donna e contestualmente sequestrate dagli agenti del comandante Giuseppe Acquaro, a breve saranno inviate alla Banca d’Italia per essere analizzate. Prassi consolidata, per la banca centrale, che dallo studio del materiale contraffatto di volta in volta tolto dal mercato tenta la strada del costante aggiornamento rispetto i metodi utilizzati nelle “zecche fantasma”.