Comune di Latina compra quote di Formia Rifiuti Zero e dice addio alla LatinaAmbiente

Per ora non c’è nulla di ufficiale – ancora – ma quella che è allo stato attuale solo una indiscrezione, poggia tuttavia sulle solide basi di almeno un incontro avvenuto a Formia, forse qualcuno di più, anche a Latina. Una clamorosa fusione potrebbe concretizzarsi nei prossimi giorni tra due società municipalizzate. In effetti più che una fusione sarebbe una acquisizione del Comune di Latina di una quota parte di Formia Rifiuti Zero. In scena un rendez-vous tra dirigenti del Comune di Latina – presente l’ex assessore originario di Formia Giuseppe Manzi – e del Comune di Formia – Italo La Rocca, Tiziana Livornese e Domenico Di Russo – per discutere dell’acquisto di una parte di quote della Frz da parte del Comune capoluogo, con la conseguente soppressione della LatinaAmbiente. Insomma “Un’azienda in comune” per “Latina Bene Comune”, quanto a slogan non fa una piega.

Il sindaco di Latina Damiano Coletta
Il sindaco di Latina Damiano Coletta

D’altra parte il sindaco di Latina Damiano Coletta ha urgenza di liberarsi della costante urgenza nella quale si trova da quando è diventato primo cittadino. Una società che nelle ultime settimane ha aumentato gli imbarazzi della giunta, a causa delle numerose proroghe che l’ente comunale è stato costretto a riconoscere per non restare senza il servizio di raccolta rifiuti in piena estate, e nonostante la denuncia di gravi inadempienze nel servizio – avanzata da Coletta – della società di proprietà del Comune in pieno dissesto economico. Anche perchè nella annunciata volontà di predisporre un nuovo bando – enunciata fin dalla campagna elettorale – è passato e continua a passare tempo.


Michele Forte
Michele Forte

Un campo minato questo delle continue proroghe, sul quale bisogna stare attenti a camminare. E bene lo sa proprio Formia che può quindi vantare voce in capitolo per mettere in guardia il Comune capoluogo. L’ex primo cittadino Michele Forte, infatti, è indagato dalla procura di Cassino proprio per avere esagerato con le proroghe a vantaggio della società ma a danno della città di Formia. Insieme a lui ci sono poi l’ex responsabile del servizio ambientale ed Rsu Gino Forte, l’ex assessore all’Ambiente Aldo Zangrillo, il presidente del Cda della Latina Ambiente Giacomo Mignano, l’amministratore delegato Valerio Bertuccelli, il direttore generale Vincenzo Esposito.

Il sindaco di Formia Sandro Bartolomeo
Il sindaco di Formia Sandro Bartolomeo

Entrambi medici e politici, spesso fianco a fianco agli incontri pubblici, Bartolomeo non deve averci messo molto tempo a decantare le mirabolanti evoluzioni della Formia Rifiuti Zero a Coletta, che pure, però – e chissà se questo glielo ha detto -, dopo il primo Bilancio di esercizio dalla nascita, la società ha chiuso con una perdita di mezzo milione di euro circa. E’ certo che una iniezione di denaro grazie alla cessione di alcune quote societarie non sarebbe male in questa fase. Secondo una prima stima – da fonti non ufficiali – potrebbe trattarsi proprio di quel mezzo milione. In questo modo sparirebbe la Latina Ambiente, una vera gatta da pelare per molti. Anche per lo stesso Bartolomeo, anche lui finito nel vortice delle proroghe, una l’ha dovuta convalidare anche lui alla stessa Latina Ambiente prima di costituire e far partire definitivamente “il suo fiore all’occhiello”, la Frz appunto. Insomma tutti contenti.

latina-ambienteOra, se tutto fosse confermato, non è rimasto molto tempo per portare a termine la complessa operazione. Perchè c’è una dead-line da rispettare, ovvero quella dell’entrata in vigore della Riforma Madia sulla pubblica amministrazione che regola anche la costituzione e gestione delle società partecipate fissata per gli ultimi giorni di settembre. Resta da capire cosa accadrà dal punto di vista operativo, anche se è facile pensare che non cambierà poi molto, visto che pur allargandosi nei numeri, gli operai della Frz continueranno a svolgere il servizio a Formia, mentre i nuovi operai di Latina, nel frattempo fuoriusciti dalla Latina Ambiente continueranno a Latina. E’ chiaro che tutte le decisioni amministrative e gestionali rimarrano nelle mani dell’amministratore Raphael Rossi.