Terzo mercatino dei libri scolastici a Cisterna di Latina

Tutto pronto per la terza edizione del Mercatino dei libri scolastici usati. Prenderà il via il prossimo venerdì, 9 settembre, a Palazzo Caetani l’iniziativa indetta dall’amministrazione comunale di Cisterna con il patrocinio della Provincia di Latina. Gli alunni degli istituti di scuola superiore o i loro familiari possono partecipare commercializzando o barattando, attraverso una trattativa privata, i libri di proprietà personale e utilizzati nei precedenti anni scolastici, purché in buone condizioni.

Gli studenti potranno vendere, acquistare o barattare i libri dal 9 al 14 settembre nelle fasce orarie 9.30 – 13.00 e 16.00 – 19.00 presso il cortile di Palazzo Caetani, Cisterna di Latina.


Per iscriversi e partecipare al mercatino è possibile rivolgersi all’indirizzo email: mercatinolibri@comune.cisterna.latina.itoppure     tel.06.96834246. I moduli per l’iscrizione e il regolamento per partecipare sono scaricabili dall’apposito banner pubblicato nella homepage del sito internet comunale www.comune.cisterna.latina.it. Sarà comunque possibile iscriversi durante le giornate del mercatino rivolgendosi al personale addetto presente a Palazzo Caetani.

Le trattative per lo scambio dei libri resteranno assolutamente riservate tra i ragazzi o i loro familiari. I partecipanti avranno a disposizione uno spazio gratuito messo a disposizione in cui potranno gestire le trattative per lo scambio dei libri. Il prezzo di vendita dei libri non dovrà essere superiore al 50% di quello originale di copertina e le parti potranno accordarsi fra loro privatamente anche per un eventuale scambio di libri di testo. Prima di effettuare l’acquisto, l’acquirente è tenuto a controllare l’integrità dei libri, per evitare richieste di restituzione e o cambio successivi.

Eleonora Della Penna
Eleonora Della Penna

“Il Mercatino dei libri scolastici – afferma il sindaco Eleonora Della Penna –, è una semplice ma utile iniziativa che tanto successo ha riscosso nelle precedenti edizioni. Per questo torniamo a ripeterla anche quest’anno con l’intento di far risparmiare le famiglie nell’acquisto dei libri di testo, una voce di spesa sempre più rilevante nel bilancio di tanti nuclei composti da uno o più studenti che frequentano la scuola secondaria di primo e secondo grado”.