Delocalizzazione degli impianti Igeco, la denuncia di Progetto per Sonnino

Dopo questa dichiarazione, noi de “Nuovo Progetto Sonnino con Lorenzo Magnarelli”, abbiamo deciso, attraverso un nostro esponente, di incontrare il titolare della società, il quale ci ha fornito tutta la documentazione. Abbiamo scoperto che non era come sosteneva l’attuale sindaco. Che c’era una trattativa per arrivare ad una transazione ma che, in realtà, la volontà di chiudere la vicenda era soltanto della IGECO. Ora, guarda caso, viene affisso uno striscione, fatto un esposto dai cittadini e De Angelis si ripresenta. Ma la sostanza non cambia, sempre e solo chiacchiere!

Luciano De Angelis, sindaco di Sonnino
Luciano De Angelis, sindaco di Sonnino

Il Sindaco la deve smettere di fare “il Ponzio Pilato della situazione”, di dare, inutilmente, una botta al cerchio ed una alla botte, di volere la moglie ubriaca e la botte piena. Deve prendersi la responsabilità e prendere una decisione, se ne è in grado. Rispondiamo noi alla sua inerzia! Lei, solo ora sembra tutelare la salute dei cittadini, affermando: “… E, l’ultimo atto, in ordine di tempo, è stata la richiesta inviata alla Asl di competenza per un controllo su esami epidemiologici nel territorio, in particolare a Sonnino Scalo…”. Perché non c’è stato un intervento in tal senso in questi anni, a prescindere dalle cause in corso, durante i quali ha sempre fatto parte dell’amministrazione comunale? Perché da quando è stato eletto sindaco se ne ricorda solo ora? Perché se vuole tutelare anche i lavoratori non prende una decisione?


E’ lei il primo cittadino e tocca a lei prendere una decisione e non ad altri! Perché non dice a tutti i cittadini quanti soldi sono stati spesi sino ad ora per questo contenzioso che dura da circa 20 anni? Perché e’ stata sempre rifiutata la proposta di transazione presentata dalla società? Sindaco la decisione va presa da lei! In che modo pensa di tutelare i posti di lavoro? Qual è l’alternativa alla transazione proposta all’amministrazione? Se le casse comunali sono vuote, perché continuare a sperperare soldi? Sono soldi che vengono tolti dalle tasche dei sonninesi, dalle famiglie gravate già dalla crisi economica! Sonnino notte nera, sono tre anni che con la sua amministrazione sono giorni e notti nere! La crisi occupazionale, le tasse, il paese è penultimo in provincia di Latina per reddito medio procapite. L’unica cosa certa di questa situazione, da quanto ci risulta, stando alla nota a noi pervenuta dall’IGECO è la seguente: che non c’è nessun impulso sul piano transattivo da parte dell’amministrazione, che le pendenze civili con la società (Igeco srl) vanno avanti, il contenzioso si allunga e gli unici a pagare tutta questa storia sono: i cittadini  che chiedono tutela per la loro salute e i lavoratori della società che devono guardare il loro futuro in modo incerto. Il tutto perché il sindaco non è in grado di prendere una decisione, ma solo di tentennare e fare chiacchiere! Sindaco, si prenda delle responsabilità dinanzi alla popolazione dinanzi ai cittadini, perché è troppo facile solo dire: “Voglio tutelare la salute e voglio tutelare i lavoratori”. Lei vuole tutelare la salute ed i lavoratori o vuole salvaguardare i voti per le prossime elezioni ormai vicine? Perché non mette per iscritto in modo pubblico la sua decisione? Perché non prendendo una decisione, non perde voti dai lavoratori e dai cittadini che vogliono l’aria pulita? Non schierandosi pubblicamente e non prendendo decisioni può comunque rigirare la rigirare la frittata nei dialoghi in privato con la gente?Sindaco A o B!Attendiamo una sua risposta concreta quanto prima e non solo chiacchiere! Quelle il vento le porta via! Nella sua intervista ha detto tutto ed ha detto niente. Sonnino merita di più”.