Comunità montane contro la Regione, al Tar per chiedere 1,3 milioni non versati

Comunità montane contro la Regione, al Tar per chiedere 1,3 milioni non versati

Sei milioni di euro per le Comunità Montane del Lazio sembrano pochi agli amministratori di tali enti. Talmente pochi da non bastare neppure a pagare il personale delle strutture montane.

La XIII Comunità dei Monti Lepini, presieduta da Onorato Nardacci, che comprende i Comuni di Bassiano, Cori, Maenza, Norma, Priverno, Prossedi, Roccagorga, Rocca Massima, Roccasecca dei Volsci, Sermoneta, Sezze e Sonnino, ha così deciso di unirsi alla XV Valle del Liri per fare ricorso al Tar contro il provvedimento della Regione che, anziché dare alle 22 Comunità Montane del Lazio e a quella d’Arcipelago 7,3 milioni di euro, quest’anno ne ha concessi solo sei, destinando il resto della somma alle Unioni dei Comuni.

Quest’ultime, alcune delle quali già realizzate, dovrebbero sostituire le Comunità Montane. Visto però che l’operazione non è ancora stata compiuta, privare gli enti montani di un milione di euro, secondo gli amministratori, è stato un atto illegittimo.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social