Zannone, aperta un’inchiesta sui rifiuti

Zannone, aperta un’inchiesta sui rifiuti

Aperta un’inchiesta su Zannone. Dopo la denuncia presentata dal sindaco di Ponza, Piero Vigorelli, contro i vertici del Corpo forestale dello Stato e contro il presidente del Parco Nazionale del Circeo, ipotizzando reati ambientali nella gestione dell’isola, la Procura della Repubblica di Cassino ha avviato le indagini.

Rifiuti abbandonati a Zannone

Rifiuti abbandonati a Zannone

Vigorelli, nella denuncia presentata, ha sostenuto che Zannone, in affitto al Parco, è in stato di abbandono e negli ultimi anni priva della vigilanza del Corpo forestale, che si è riempita di discariche abusive e che gli immobili, in primis la villa un tempo dimora del marchese Camillo Casati Stampa, sono diventati dei ruderi.

Il sindaco di Ponza Piero Vigorelli

Il sindaco di Ponza Piero Vigorelli

“Tante chiacchiere e nessuna iniziativa concreta da parte del presidente del Parco, Gaetano Benedetto – ha dichiarato il sindaco di Ponza – che è seduto su quella poltrona dal 2007. Operoso silenzio anche da parte della Forestale, che pure riceve annualmente dal Parco una bella somma di denaro”. Vigorelli ha inoltre presentato richiesta di accesso agli atti sul viaggio a Ventotene organizzato per la stampa dal Parco, per avere notizie certe sulla spesa sostenuta dall’ente.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social