La presidente Boldrini a Ventotene con i giovani federalisti

Carcere di Santo Stefano
Carcere di Santo Stefano

Se la prima giornata si concluderà con il Festival letterario “Gita al faro”, al quale prenderanno parte gli scrittori Eraldo Affinati, Helena Janeczek, Nicola Lagioia, Igiaba Scego e Simona Vinci, che leggeranno dei loro racconti in chiave europeista scritti per l’occasione, all’indomani si svolgerà la visita che i presidenti delle cinque assemblee parlamentari e i giovani federalisti effettueranno presso il carcere di Santo Stefano, la storica struttura penitenziaria di fine Settecento nella quale furono imprigionati durante il ventennio fascista numerosi dissidenti, fra i quali il futuro presidente della Repubblica Sandro Pertini e Umberto Terracini.

I cinque Presidenti presenti a Ventotene sono i firmatari della Dichiarazione “Più integrazione europea: la strada da percorrere”, presentata il 14 settembre scorso a Montecitorio e fino ad oggi sottoscritta da 15 presidenti di Assemblee parlamentari di 13 diversi Stati membri. Sugli stessi temi, la presidente Boldrini ha promosso sul sito della Camera, con la supervisione dell’Istat, una consultazione pubblica online che si chiuderà alla fine del mese. I suoi risultati verranno analizzati da un comitato di “eurosaggi”: studiosi, giornalisti e esperti esamineranno le risposte fornite alle sette domande del questionario e il 14 settembre, nel primo anniversario della Dichiarazione, presenteranno in una conferenza-stampa le richieste che vengono dai cittadini in materia di Europa.


A promuovere l’appuntamento di Ventotene sono la Gioventù Federalista Europea, il Movimento Federalista Europeo, l’Istituto di Studi Federalisti intitolato a Spinelli, il Comitato Eutopia 2.0 e il Comune di Ventotene.