Movida a Formia, sindaco prova la tregua: allungati i limiti orari alle serate danzanti

Largo Paone a Formia

“Dal 15 luglio al 2 ottobre di quest’anno –  si legge in una nota del Comune – le manifestazioni musicali e/o danzanti potranno tenersi fino alle ore 02:00 nei quartieri centrali e collinari e fino alle ore 03:00 nelle zone balneari. E’ quanto stabilisce l’ordinanza n. 30586 emessa oggi dal Sindaco di Formia Sandro Bartolomeo. Il provvedimento modifica parzialmente la precedente ordinanza sindacale in vigore risalente al 2003 che autorizzava le manifestazioni musicali fino alle ore 03:00 per i quartieri balneari e alle ore 01:00 per le zone definite “centrali” e “collinari”.

il sindaco Sandro Bartolomeo
il sindaco Sandro Bartolomeo

“L’Amministrazione – è scritto nell’ordinanza – riconosce l’importante ruolo sociale ed economico svolto dai pubblici esercizi non solo perché con la loro presenza contribuiscono efficacemente all’animazione, allo sviluppo turistico, alla sicurezza e valorizzazione del territorio ma anche perché offrono ai giovani locali e turisti, con l’organizzazione di piccoli intrattenimenti musicali ed altre iniziative complementari di allietamento, la possibilità di intrattenersi entro i confini comunali, sottraendoli dal grave rischio di incidenti stradali a cui si esporrebbero qualora, non trovando in città locali idonei a soddisfare questo tipo di domanda, fossero costretti a lunghi tragitti notturni in automobile e/o altri mezzi per raggiungere ritrovi situati in altre località”.

La modifica dell’ordinanza viene incontro alle esigenze espresse dagli operatori commerciali, con particolare riferimento a quelli della zona centrale e collinare che avranno così la possibilità di prolungare di un’ora le manifestazioni musicali serali.

Giovanni Costa
Giovanni Costa

“Per quanto concerne le autorizzazioni e gli aspetti procedurali – rende noto l’Assessore alle Attività Produttive Giovanni Costa – l’ufficio ha offerto alle aziende commerciali uno strumento di chiarificazione diffondendo una tabella che schematizza le autorizzazioni necessarie ad ogni tipologia di esercizio che effettui attività di intrattenimento. L’obiettivo dell’Amministrazione è di conciliare il diritto alla quiete dei residenti con le altrettanto legittime esigenze dell’industria turistica e commerciale”.

“Sin dall’inizio – commenta il Sindaco Sandro Bartolomeo – abbiamo operato affinché le attività commerciali potessero continuare ad essere il punto di riferimento che sono diventate, in un quadro che fosse però legittimo sotto il profilo delle prescrizioni normative. In concertazione con le sigle di categoria, abbiamo valutato le possibilità sul tavolo e seguito un percorso trasparente, fatto di regole certe e uguali per tutti. La concertazione prosegue, sono certo che troveremo una soluzione condivisa”.