Reperti archeologici nella villa dell’ex generale dell’Aeronautica, blitz dei carabinieri a Minturno

LO SCANDALO LOCKHEED

fonte Wikipedia: “Nei nomi in codice usati dalla Lockheed per indicare i corrotti italiani da pagare sia la Lockheed che la Commissione Inquirente – e definitivamente la sentenza della Corte Costituzionale – concordano che il nome in codice “Pun” corrisponde al Capo di Stato maggiore dell’Aeronautica, Duilio Fanali. La modalità della corruzione nel caso di Fanali – “Pun” avviene attraverso la mediazione di Camillo Crociani, presidente e amministratore della Finmeccanica. Rispetto agli altri corrotti dalla Lockheed, le modalità sono più primitive. Crociani paga Fanali per conto della Lockheed con assegni intestati a nomi fasulli (come Mario Bossi, Mauro Alberti, etc.), poi girati e incassati da Carmen Valcarcel Fanali, moglie del Capo di stato maggiore dell’aeronautica. Le prove sono fin troppo chiare: 15 assegni da 5 milioni l’uno di Crociani a nomi di fantasia che finiscono ai Fanali. Gli indizi o prove di corruzione del Fanali vanno tuttavia al di là degli assegni di Crociani, e non sono solo gli assegni ad attirare l’attenzione della stampa, ma anche i più visibili investimenti del generale Fanali.


fanaliA Scauri di Minturno i Fanali comprano proprietà immobiliari. Questo pericoloso bisogno di investire in vistose proprietà immobiliari era una comune preoccupazione dei corruttori della Lockheed. Succede infatti anche in Germania Ovest: i corrotti più incontinenti del Ministero della Difesa tedesco trasformano le tangenti in “mattone,” e allarmano la Lockheed. La Lockheed aborrisce l’imprudenza e impazienza di funzionari dello stato che devono mostrare un nuovo status sociale, incompatibile teoricamente con il servizio dello stato, suscitando in tal modo un’attenzione indesiderata e nociva. In Italia gli immobili dei Fanali, noti anti-comunisti militanti fin dai tempi della guerra civile spagnola, attirano naturalmente l’attenzione del quotidiano comunista l’Unità, che indaga non solo su Fanali e le trame nere, ma anche sulla provenienza dell’ostentata ricchezza dei Fanali, con particolare interesse per la villa o le ville Fanali. La villa romana dove si trovano i resti dell’antica Pirae è, ancora oggi a Scauri, conosciuta come villa Fanali