Il Consorzio ASI acquisisce il sito dimesso ex Gambro

Il Consorzio ASI acquisisce il sito dimesso ex Gambro

Il Consorzio per lo Sviluppo Industriale Roma – Latina lancia la sfida del riposizionamento competitivo e della reindustrializzazione del nostro territorio.

Dopo 24 anni di promesse, e dopo che il nostro territorio ha visto evaporare un terzo del suo tessuto industriale reale, l’Ente ha messo in campo un’iniziativa con pochi precedenti per dimensione, volta a riqualificare, riconvertire e reinserire nel mercato tutti i siti industriali dismessi del territorio.

Consorzio Asi

Consorzio Asi

Il Consorzio ASI, infatti, ha emanato un bando per acquisire manifestazioni di interesse finalizzate all’elevazione della destinazione urbanistica di aree e siti (già in possesso di finalità industriali nei rispettivi piani urbanistici comunali) tramite il loro inserimento nelle pianificazioni del vigente P.T.C.

La manifestazione di interesse può proporre l’inserimento nel perimetro consortile anche di siti vicini a quelli industriali, lotti interclusi e relitti urbanistici, consentendo così l’automatica eleggibilità in programmazioni europee.

Proprio oggi, l’Ente ha proceduto a prendere possesso di uno dei più importanti siti dimessi di Latina, quello della ex Gambro, accelerando le procedure previste dall’art 63 della legge 488/92 ed avocando a se la funzione delicatissima di elaborare la differenza tra il valore del sito – calcolato dal perito – e l’insieme dei contributi pubblici erogati nel corso degli anni.

 

A PAGINA 2 ‘IL COMMENTO DEL PRESIDENTE DEL CONSORZIO ASI CARLO SCARCHILLI’

Pagina: 1 2

You must be logged in to post a comment Login

h24Social