Consumo di suolo in Provincia di Latina, maglia nera nel Golfo per Formia, Gaeta e Minturno

Consumo di suolo in Provincia di Latina, maglia nera nel Golfo per Formia, Gaeta e Minturno

La percentuale di consumo di suolo più alto tra i principali territori della Provincia di Latina è stata registrata a Gaeta. I dati della relazione dell’istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, che fanno riferimento al 2015, vedono la città di Gaeta al primo posto tra le città della Provincia con la più alta percentuale di suolo nella propria competenza comunale consumata dall’azione dell’uomo, con il 15 percento di superficie consumata a fronte del 7 percento della media nazionale. E un altro aspetto piuttosto inquietante è la composizione della seconda e quarta piazza che vanno ad altre due località che completano il Golfo. Al secondo posto si classifica infatti Minturno con il 14 percento e al quarto posto Formia con il 12 mentre a completare il podio c’è San Felice Circeo al 13 percento. Il capoluogo pontino, Latina, si attesta attorno al 13 percento. Solo per citare alcune altre località del territorio ci sono Lenola e Itri a 4,5, Spigno a 4, Santi Cosma e Damiano a 8, Monte San Biagio a 3,8, Terracina a 10, Sabaudia a 6,5, Fondi a 9, Sezze a 8, Sonnino a 5, Priverno a 11, Sermoneta a 8, Cori a 4, Cisterna a 9, Ponza al 7.

IL CASO APRILIA

C’è poi il caso Aprilia, che viene espressamente citato nella relazione. La grande città pontina, infatti, figura tra i Comuni non capoluogo con il maggiore consumo di ettari. Ecco l’estratto integrale della relazione dell’Ispra: ” A livello comunale, i maggiori valori di superficie consumata si riscontrano a Roma (quasi 30.000 ettari) e nei principali Comuni capoluoghi di Provincia (dopo Roma: Milano, Torino, Napoli, Venezia, Palermo, Ravenna, Parma, Genova, Verona, Catania, Taranto, Bari, Ferrara e Reggio nell’Emilia, tutti con oltre 4.000 ettari di suolo consumato). L’analisi ha messo in evidenza valori elevati anche in alcuni comuni che non sono capoluogo, come Vittoria e Marsala (in Sicilia, con oltre 3.000 ettari), Modica, Fiumicino, Gela, Licata, Cerignola, Aprilia e Martina Franca (oltre 2.500 ettari).

Alla pagina seguente il link della mappa completa del consumo di suolo e i chirimenti di un ricercatore dell’Ispra sulle conseguenze del consumo di suolo

Pagina: 1 2

You must be logged in to post a comment Login

h24Social