Processo Don’t Touch, ai domiciliari il tifoso del Latina Bortolin

Flavio Alejandro Bortolin

Liberato, col solo obbligo di firma, l’imputato Flavio Bortolin, noto ultrà del Latina Calcio e imputato nel processo Don’t touch, quello a una presunta associazione per delinquere messa in piedi da Costantino Cha Cha Di Silvio e finalizzata alle estorsioni, all’usura e allo spaccio di droga.

La decisione è stata presa, al termine dell’ennesima udienza per Don’t touch, dal Tribunale di Latina, che ha accolto la richiesta dei difensori, gli avvocati Alessia Vita e Valentina Sartori, facendo così lasciare a Bortolin i domiciliari. Nel corso del processo, invece, sono state ascoltate anche alcune delle presunte vittime delle estorsioni, nello specifico i responsabili dei negozi di griffe “Fanella” e “Mancinelli”, dove capi e gregari della presunta organizzazione criminale avrebbero fatto shopping senza pagare o cavandosela con pochi spiccioli.