Morì schiacciato da un macchinario alla Manuli di Aprilia, in due rinviati a giudizio

Quel macchinario su cui stava lavorando per fare manutenzione si azionò all’improvviso, gli schiacciò un braccio e il torace e solo le sue urla strazianti richiamarono l’attenzione dei colleghi, ma per un 48enne non ci fu nulla da fare. Il 2 dicembre 2012 si consumò così, ad Aprilia, l’ennesima tragedia sul lavoro. Per la morte di Fernando Orticelli, ritenuta dagli inquirenti un omicidio colposo, sono però ora stati disposti due rinvii a giudizio.

Il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina, Laura Matilde Campoli, ha mandato a processo l’amministratore della Manuli Stretch di Campo di Carne, azienda di imballaggi sita sulla Nettunense, Maurizio Cossalter, e il responsabile per la sicurezza dell’azienda, Gianclaudio Bassano.


Orticelli, 48enne apriliano, venne schiacciato dai rulli di un’avvolgitrice e inutili furono i tentativi dei medici dell’ospedale San Camillo di Roma di strapparlo alla morte. Il processo a Cossalter e Bassano avrà inizio il prossimo 12 dicembre, davanti al giudice del Tribunale di Latina, Laura Morselli.