Laziomar, il 5 Stelle di Ponza chiedono un Consiglio comunale straordinario

Laziomar, il 5 Stelle di Ponza chiedono un Consiglio comunale straordinario

Un Consiglio comunale straordinario sulla Laziomar. Lo chiede il Meet Up 5 Stelle di Ponza in una lunga lettera aperta ai consiglieri comunali di minoranza Franco Ferraiuolo, Gerardo Santomauro e Sergio D’Arco.

“La politica dell’Amministrazione Comunale condotta dal sindaco Vigorelli, di cui voi avete l’onere di controllare e di fronteggiare in difesa delle Leggi e dei diritti dei cittadini di Ponza, a nostro avviso, – si legge -, è da tempo chiara e definita, su posizioni troppo sbilanciate a difesa delle prerogative della azienda privata Laziomar. Il silenzio assoluto da parte della regione Lazio, ed i continui elogi fatti dal sindaco Vigorelli rendono la vicenda Laziomar un paradosso della realtà.

Per tutto il lungo periodo invernale, i cittadini di Ponza hanno protestato in mille modi e in mille forme il loro malcontento, manifestato anche pubblicamente il loro disagio contro gli enormi disservizi imposti dalla compagnia di navigazione Laziomar, ma queste proteste non solo non venivano sostenute dal Sindaco ma addirittura stroncate, disilluse se non osteggiate.

La Laziomar privata ha fatto retrocedere tutti i diritti sociali conquistati dai ponzesi in tanti anni di lotte!

Il sindaco Piero Vigorelli

Il sindaco Piero Vigorelli

Il sindaco Vigorelli e la sua Amministrazione, non hanno mai difeso i cittadini contro la Laziomar, non hanno mai rivendicato nei confronti della Laziomar il rispetto del contratto di servizio, anzi hanno lasciato redarre un contratto di servizio che è più che altro un contratto di disservizio! Inoltre hanno sempre giustificato le mancate corse e i disservizi e oggi alla vigilia di una nuova stagione turistica il sindaco Vigorelli esalta, la Laziomar per l’incremento delle corse per le isole. Mentre tutti i ponzesi sanno che quello che è stato detto dal sindaco Vigorelli è solo fumo negli occhi.

Il Laura

Il Laura

− Il Laura ed il Don Francesco sono mezzi inadeguati per la tratta Ponza – Formia e Viceversa.

Il Quirino ora marchiato Medmar

Il Quirino ora marchiato Medmar

− Il Tetide ed il Quirino (Quest’ultimo non si è capito se, come ed a chi sia stato venduto), sono in pessime condizioni e navigano a non più di 14,5 miglia, portando la tratta a 2 ore e 40 minuti a mare calmo con un po di mare si arriva anche a 3 ore.

I marinai ponzesi che erano imbarcati sulla Laziomar trovano difficoltà ad essere ricollocati.

Carloforte

Carloforte

− La SNIP/SNAP vive in un limbo oramai da qualche anno è sia gli Armatori che i Marinai non sanno che fine faranno.

Questo è quello che ha portato la privatizzazione della Laziomar, se prima con il pubblico i servizi erano carenti ora sono inesistenti e con il passare del tempo peggiorano. Questo atteggiamento del Sindaco e della sua Amministrazione ci preoccupa moltissimo.

 

A PAGINA 2: “LA LOGICA LAZIOMAR SECONDO IL M5S”

Pagina: 1 2 3

You must be logged in to post a comment Login

h24Social