Sermoneta “europea” ospita studenti da Spagna, Grecia e Belgio

Una grande opportunità per gli studenti di Sermoneta di conoscere culture diverse, confrontarsi e formare uno spirito “europeo”. È questo il senso del progetto Erasmus Plus a cui sta partecipando l’Istituto Comprensivo Donna Lelia Caetani di Sermoneta, con il fattivo supporto dell’Amministrazione comunale di Sermoneta, che in questi giorni sta ospitando studenti provenienti da Messency in Belgio, da Cardedeu in Spagna e da Tessaloniki in Grecia. Ad essere coinvolte sono le classi IV e V della scuola primaria di Sermoneta Scalo e le prime della scuola secondaria di secondo grado.

Il progetto “Wake up my european senses” si fonda sull’ampliamento delle conoscenze e delle buone pratiche in scienze, storia, arte e immagine attraverso i 5 sensi e sulla disseminazione in rete di video ed articoli realizzati in lingua inglese dai ragazzi partecipanti, relativi alle attività promosse, sulla base di un unico programma diviso in trimestri ed approvato dalle Agenzie Nazionali di ciascun paese coinvolto.
Gli studenti di Sermoneta in questi giorni stanno ospitando delegazioni dei tre paesi, condividendo con loro le giornate a scuola e alla scoperta del territorio. Oltre alla visita dei Giardini di Ninfa e della Capitale, alla cena con piatti tipici locali tra cui la polenta, ieri i ragazzi coi loro docenti hanno partecipato alle attività animate all’interno del Castello Caetani di Sermoneta, vestendo i panni dei cavalieri, con la collaborazione della Fondazione Roffredo Caetani. Al termine di questa esperienza entusiasmante, che li ha visti protagonisti anche dell’incoronazione del Re, le delegazioni sono state ricevute in aula consiliare dal Sindaco Claudio Damiano e dall’Amministrazione comunale.


“Insegnanti, famiglie e Amministrazione comunale hanno collaborato in maniera proficua per la buona riuscita del progetto – ha spiegato il sindaco Claudio Damiano –. Stiamo investendo nel futuro dei nostri ragazzi, per ampliare le loro opportunità di essere cittadini europei”.

“Siamo rimasti piacevolmente colpiti dal grande affiatamento dimostrato dai genitori, che hanno fatto squadra tra di loro per accogliere al meglio gli studenti stranieri – ha aggiunto l’assessore alla Pubblica Istruzione Giuseppina Giovannoli – tanto che hanno decorato l’ingresso della scuola di Sermoneta Scalo, rendendola ancora più accogliente. Un plauso a loro e a quanti – e sono tantissimi – che hanno collaborato con scuola e Comune per la buona riuscita del progetto”.