Furto e incendio a Venafro, in arresto cinque giovani di Formia e Minturno

Cinque arresti dei carabinieri a Venafro, in Molise, per furto e incendio doloso di abitazione. A finire in manette sono stati Antonio Di Clemente, 27enne di Formia, incensurato, e quattro ragazzi di Minturno: Alessandro Forcina, 23enne, Nicola Fedele, 20enne, Domenico Di Rosa, 21enne e Gianfranco Di Meo, 31enne.

Vittima del furto un imprenditore del posto la cui abitazione, nei pressi di via Pedemontana, una volta saccheggiata, è poi stata data alle fiamme dai cinque, che hanno così danneggiato gran parte dei locali della casa, e che sono stati tratti in arresto dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia. A bordo dell’auto su cui i cinque fuggivano in direzione Capriati a Volturno, i militari hanno rinvenuto due passamontagna, arnesi da scasso e l’intera refurtiva (alcune centinaia di euro) che è stata restituita al legittimo proprietario.


Durante una successiva perquisizione domiciliare, inoltre, i militari hanno rinvenuto presso l’abitazione del 21enne di Minturno la replica di una pistola semiautomatica, due passamontagna, guanti e arnesi atti allo scasso. I tre sono stati trasferiti nel carcere di Ponte San Leonardo con l’accusa di furto aggravato e incendio doloso.