Uiltucs denuncia: “Assemblea soci Unicoop sospesa e mai più riconvocata”

Uiltucs denuncia: “Assemblea soci Unicoop sospesa e mai più riconvocata”

“Dopo l’agitazione dei dipendenti che lo scorso 15 marzo portò ad Aprilia alla sospensione dell’assemblea dei soci, ancora oggi non vi è traccia di assemblee soci in questo territorio”.

Lo dichiara in una nota la Uiltucs Latina così chiedendo “a cosa servono le assemblee se ancora oggi i soci non sono a conoscenza del loro destino e non è stata riconvocata una nuova assise per esprimere il voto annullato e sospeso il 15 marzo?

Manifestazione Uiltucs Latina a sostegno dei lavoratori Unicoop Tirreno

Manifestazione Uiltucs Latina a sostegno dei lavoratori Unicoop Tirreno

Era il 15 Marzo scorso quando ad Aprilia doveva essere celebrata l’Assemblea de Soci Pontina Unicoop Tirreno – ricorda la Uiltucs Latina. Un’assemblea predisposta come solito rituale per approvare il preventivo 2016 e comunicare varie ed eventuali. Prima dell’inizio dell’assemblea i lavoratori e le lavoratrici di Cisterna, Formia, Terracina, Frosinone e Fiuggi, insieme alla Uiltucs Latina con tanto di bandiere fischietti, striscioni e tanta volontà di chiedere spiegazioni alla Cooperativa presente e mettere a conoscenza i Soci di tutto ciò che stava avvenendo ed, esattamente, che i 5 negozi stavano per essere ceduti in franchising. La intransigente Coop voleva però procedere con la rituale Assemblea del 15 marzo e non far entrare i lavoratori, anche Soci, che manifestavano. La tensione emerse e i lavoratori gridarono il loro disagio, distribuirono volantini nella zona antistante all’Assemblea a tutti i Soci presenti e spiegarono le ragioni della loro manifestazione. Grazie all’intervento della Questura di Cisterna, l’Assemblea venne quindi sospesa.

Iniziò da allora una serie di manifestazioni nei confronti di Unicoop Tirreno la quale aveva deciso unilateralmente di cedere in franchising i 5 negozi del basso Lazio, ancora oggi oggetto di discussione e vertenza aperta.

Come categoria Uiltucs Latina nella manifestazione del 15 marzo denunciammo l’inaccettabile comportamento di Unicoop la quale non aveva assolutamente messo a conoscenza i 18.500 soci del territorio del loro destino: servizi che sarebbero cessati e prestito sociale che sarebbe stato oggetto di prestazioni nei negozi limitrofi, con conseguente disservizio perché distanti dai 5 negozi interessati al franchising.

Come categoria oggi ci chiediamo insieme ai lavoratori che rappresentiamo perché dopo l’Assemblea annullata non vi è stata ancora convocata una nuova assemblea? Perché chiamare i Soci Unicoop Tirreno ad esprimere un voto, che grazie al dissenso e disagio dei lavoratori non è stato espresso con conseguente annullamento della seduta, e ancora oggi non viene svolta la nuova Assemblea dei Soci del Basso Lazio? Altra domanda che poniamo come Uiltucs Latina: a cosa servono queste assemblee se tutto era deciso e a fronte di un annullamento non è stata convocata una nuova assemblea. Come categoria siamo veramente preoccupati sulle sorti dei lavoratori che saranno destinati al privato e troviamo incomprensibile la situazione dei Soci non informati e lasciati in balia senza assemblea come previsto in Cooperativa”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]