San Felice, allevamento di cozze: autorizzazione sospesa ma il Comune ci va cauto

San Felice, allevamento di cozze: autorizzazione sospesa ma il Comune ci va cauto
La sede della Regione Lazio

La sede della Regione Lazio

Com’è ormai noto l’autorizzazione per la realizzazione di un allevamento di mitili tra Terracina e San Felice Circeo è stato temporaneamente sospeso dalla Regione. In molti hanno espresso plauso per questo provvedimento ma ora ci sia spetta altro e cioè di essere resi partecipi dell’iter che porterà a rivedere l’intera situazione. E poi c’è chi a questo punto vuole vedere più da vicino i documenti e sapere questa volta, non a cose fatte, quali passi saranno intrapresi.

Il sindaco si San Felice Circeo Gianni Petrucci

Il sindaco si San Felice Circeo Gianni Petrucci

E’ questa la posizione dell’amministrazione comunale di San Felice Circeo: “La notizia – si legge infatti in una nota -, che dopo le perplessità espresse anche da parte di questa Amministrazione Comunale ha portato la Regione Lazio a sospendere per sessanta giorni l’autorizzazione alla anticipata occupazione di uno specchio d’acqua di 500.000 metri quadrati a confine tra Terracina e San Felice Circeo per un allevamento di cozze, avvalora le nostre perplessità.

Ringraziamo il presidente Zingaretti della coraggiosa decisione con la certezza che sarà rivisto tutto l’iter che ha portato ad una autorizzazione che avrebbe potuto sconvolgere l’ambiente, il turismo e l’economia del nostro territorio. Terremo alta l’attenzione nel prosieguo dell’iter amministrativo, non escludendo eventuali azioni presso le opportune sedi, al fine di tutelare il nostro territorio e la sua economia”.

Comune di San Felice Circeo

Comune di San Felice Circeo

Quindi, se non si arriverà alla soluzione auspicata dal Comune e cioè quella che dovrebbe evitare la realizzazione dell’allevamento, verranno portate avanti tutte quelle iniziative a tutela del mare già preannunciate dal sindaco Petrucci. E comunque anche il Parco Nazionale del Circeo è stato chiamato in causa e potrebbe quindi esprimersi sulla vicenda.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]