Intimidazione elettorale a Castelforte, ritirata lista per paura di violenza

Intimidazione elettorale a Castelforte, ritirata lista per paura di violenza

Una lettera anonima è stata recapitata ad uno dei candidati della lista elettorale “Liberi per Castelforte” a sostegno del candidato sindaco, ed ex primo cittadino, Gianpiero Forte, per le imminenti elezioni amministrative, contenente minacce di violenze e ritorsioni alla ditta di proprietà di quest’ultimo in caso di mancato ritiro della propria candidatura. Un fatto gravissimo accaduto a Castelforte nelle scorse ore e reso noto con un comunicato dallo stesso Gianpiero Forte che ha dovuto ritirare la lista a causa della paura dilagata anche tra gli altri nomi e compagni di avventura e il cui passo indietro ha di fatto invalidato il progetto.

Ovviamente Gianpiero Forte, nell’esprimere il proprio rammarico per quanto accaduto, invita le forze dell’ordine a fare chiarezza. Ma prima ancora dell’invito di Forte, i carabinieri hanno immediatamente avviato una sorta di indagine sotto traccia in assenza della formalità della denuncia che il diretto interessato – un imprenditore nel campo del trasporto pubblico locale – non ha ancora depositato. Insomma il clima nel profondo sud del Lazio è davvero pessimo, alle soglie dell‘ultima traccia di democrazia. Basti pensare all’escalation di intimidazioni col fuoco e con i proiettili andata in scena negli ultimi mesi tra Minturno, Santi Cosma e Damiano e Castelforte. Anche se almeno per ora l’ipotesi che questo singolo fatto sia legato alle intimidazioni sarebbe da escludersi.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]