Roccagorga adotta Art Bonus, sconti sulle tasse in cambio di donazioni

Roccagorga adotta Art Bonus, sconti sulle tasse in cambio di donazioni

Art Bonus, strumento innovativo per la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale italiano, consente a cittadini e imprese di recuperare, sotto forma di crediti di imposta, il 65% delle donazioni liberamente effettuate. Aziende, singoli cittadini e cittadine: tutti possono diventare “mecenati” del proprio Comune, contribuendo  concretamente a riqualificare i luoghi della cultura, della storia della propria comunità e beneficiando allo stesso tempo di detrazioni fiscali.

Valorizzare la cultura attraverso la collaborazione pubblico-privato. E’ questo l’obiettivo di “Art-bonus”, voluto fortemente dal sindaco Carla Amici e deliberato dalla Giunta di Roccagorga.

Carla Amici

Carla Amici

“In sostanza – spiega il Sindaco –, verrà data la possibilità a coloro che hanno manifestato la volontà di contribuire economicamente alla realizzazione di progetti culturali organizzati dal Comune di avere un vantaggio fiscale, consistente in un credito d’imposta pari al 65% dell’importo donato. Quindi l’impresa, il professionista il cittadino, le associazioni, gli enti  che investiranno  nella cultura pagheranno meno tasse. “Art bonus” è un legame sentimentale cittadini – Comune nel nome dello sviluppo culturale e nella valorizzazione e conservazione della nostra storia attraverso i beni pubblici del nostro territorio. Una iniziativa che saprà coinvolgere i tanti mecenati sia locali che di fuori regione e resa possibile dalle importanti novità in materia di erogazioni liberali applicate ai beni culturali recentemente introdotte dal Ministro Franceschini.

Questo strumento fiscale consente a imprese, e cittadini di ottenere un beneficio fiscale pari al 65% dell’importo delle donazioni. E’ uno strumento per la rinascita, per il recupero, per la valorizzazione dei nostri beni culturali, materia prima anche per l’industria turistica, è anche un modo per affermare la responsabilità sociale di cittadini e imprese, uno strumento per ripensare il futuro, insomma, una scommessa da vincere insieme.

Roccagorga

Roccagorga

Abbiamo aderito con convinzione a questo strumento promosso dal Governo – aggiunge il Sindaco -. Ci stiamo rivolgendo  ad istituzioni e mondo economico, stiamo attivando un percorso per valorizzare questo strumento, che può avere effetti importanti per la nostra comunità. Abbiamo individuato due primi interventi: l’atrio del Palazzo Baronale che domina nostra bellissima Piazza VI gennaio in stile Barocco e l’archivio storico comunale per la digitalizzazione di tutta la documentazione presente nell’archivio Comunale: dalle Delibere ai documenti storici della nostra comunità che hanno bisogno per essere restaurate e conservate della generosità di tante persone che hanno a cuore il valore della conservazione per la valorizzazione del futuro. Stiamo coinvolgendo le nostre comunità presenti nei vari Stati del Mondo, in particolare in Canada, per sostenere anche con il loro contributo questi due importanti interventi. Sarà come riportare il proprio cuore e rivivere il proprio Paese con uno spirito di comunità unita nonostante alcune distanze abissali.

I vantaggi sono numerosi: con l’“Art Bonus”  può sostenere fattivamente e in prima persona la vita culturale della propria comunità, potendo toccare con mano i risultati del proprio contributo, fruibili per tutti i cittadini e le cittadine all’interno del territorio comunale. La certezza dell’effettivo impiego delle erogazioni per il fine esplicitato sarà garantita al 100%: tutto ciò che il Comune farà dovrà esser rendicontato al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Anche online sarà possibile effettuare verifiche: nel sito del Mibact è attiva una sezione relativa, in cui saranno consultabili da tutti le informazioni sulle donazioni e sugli interventi realizzati e in corso d’opera”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]