Non solo Ranieri, il Leicester rende celebri due ragazzi di Gaeta. Per loro le prime pagine di tutto il mondo

Non solo Ranieri, il Leicester rende celebri due ragazzi di Gaeta. Per loro le prime pagine di tutto il mondo

Doveva essere un addio al celibato festeggiato in modo un pò più originale del solito, si è trasformata in una gioia di tre amici nota a tutto il mondo. Da Gaeta alle prime pagine di siti e giornali sportivi di tutto il mondo. Loro sono Angelo Capotosto, Francesco Romano e Fabio di Vincenzo, quest’ultimo di Roma, coetanei 33enni, che in occasione dell’imminente matrimonio di uno di loro hanno deciso di regalarsi una piccola vacanza di tre giorni a Leicester, per guardare, in uno dei pub della città inglese, la partita tra Chelsea e Tottenham, il cui pareggio ha sancito la vittoria della meno quotata squadra allenata dall’italiano Claudio Ranieri del campionato inglese di calcio, la Premier League.

Una favola nella favola. Non solo perchè l’impresa del Leicester è un avvenimento che fa la storia del calcio, quello di una piccola squadra capace di sconfiggere avversarie dalla disponibilità economica ultramilionaria e infarcite di veri e propri campioni. Ma perchè ad assistere a questa favola, a questo appuntamento con la storia, c’è un gruppo di tre inseparabili amici, che rischiano e decidono di partire ad assistere al Monday night, la partita in posticipo del lunedì, e sperare nel pareggio tra il Chelsea e la seconda in classifica Tottenham, dopo il pareggio delle “Foxes” il giorno prima sul campo del Manchester United. A dieci minuti dalla fine il Tottenham vince 2 a 0 allo Stanford Bridge, e il sogno per i tre ragazzi sta per svanire, per il Leicester e Claudio Ranieri invece ci sono ancora due occasioni. Ma nel giro di pochi minuti arriva il pareggio del Chelsea e il Leicester si laurea Campione di Inghilterra per la prima volta nella sua storia.

E così può cominciare anche la festa dei tre ragazzi che in quel pareggio ci speravano, non solo per aver rischiato la vacanza, ma tanto da puntare anche 10 sterline sul risultato finale esatto della partita, dato a 13 volte la posta, incassandone così 130. Però, la sorpresa più grande, forse, è arrivata al risveglio l’indomani mattina, quando tutti i quotidiani e i siti di sport del mondo, anche piccoli blog, pubblicavano in prima pagina foto scattate a distanza di pochi istanti, ma che immortalano lo stesso momento di gioia ed esultanza dei tre novelli supporters degli uomini di Ranieri. Dal Mirror al The Guardian, dal New York Times alla Cnn, dalla Bbc a Sky, dal Corriere dello sport a Tuttosport, dalla Rai alla Build, e ancora O’Globo, El Pais, Repubblica, l’Equipe. Insomma un tripudio di fama, il quarto d’ora di celebrità che il mondo gli ha donato nelle vesti di tre navigati supporters del Leicester, che hanno avuto l’ardire di indossare la maglietta celebrativa quale campioni di Inghilterra prima della fine di una partita cruciale per l’esito del campionato. Insomma, il rischio è stato davvero premiato. Come on Foxes!

Nella pagina seguente la Gallery delle foto dell’incredibile esperienza dei tre

Pagina: 1 2

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]