Nuove tariffe per nuovi monumenti, il Comune di Formia aumenta i prezzi e “monetizza”

Nuove tariffe per nuovi monumenti, il Comune di Formia aumenta i prezzi e “monetizza”

Sarà stato il bilancio alle porte (la presentazione e approvazione del Consiglio comunale è avvenuta ieri), o la crescita per numero dei siti archeologici che la città di Forma può offrire a turisti e visitatori, sta di fatto che l’amministrazione comunale vuole monetizzare introducendo un nuovo tariffario per l’ingresso ai monumenti della città. Una delibera di giunta, votata il 26 aprile scorso, alla quale manca però il voto favorevole, perchè assente, proprio dell’assessore al turismo nonchè vicesindaco Eleonora Zangrillo.

Secondo il documento, verrà aumentato il pagamento per l’ingresso al Cisternone romano di Castellone. L’ingresso, fino ad ora pagato 2 euro per gli adulti e 1 euro per gli studenti di scuole medie inferiori e superiori – gratis per i minori fino a 10 anni – costerà 3 euro e diventerà gratis per tutti i minorenni. Ma la vera rivoluzione sarà nell’introduzione del biglietto integrato che permetterà la visita a quattro siti del territorio comunale – ovvero, oltre al Cisternone, i Criptoportici di Piazza Vittoria, alla villa comunale, e a Caposele – al prezzo complessivo di 7 euro (Delibera aumenti monumenti Formia.2016). Quindi a parte il cisternone, come detto, per gli altri siti non sono previste visite singole se non con l’acquisto del biglietto integrato.

Nonostante la rapida decisione sulle tariffe, restano ancora molti punti interrogativi relativamente alla gestione all’organizzazione del sistema. Perchè, se si è scelto di monetizzare, servirà qualcuno a gestire, e allora viene da chiedersi chi si occuperà del servizio biglietteria e tutti gli altri aspetti relativi alla gestione di questo enorme risorsa.

 

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]