Barricato in casa per due giorni, minacciava una strage: condannato a sette anni

Barricato in casa per due giorni, minacciava una strage: condannato a sette anni

Sette anni di reclusione. La metà di quanto chiesto dal pm Luigia Spinelli. Questa la condanna inflitta dal Tribunale di Latina, presieduto dal giudice Pierfrancesco De Angelis, a Giuseppe Testani, l’uomo che a fine gennaio dell’anno scorso lasciò per due giorni Norma col fiato sospeso, barricandosi per 40 ore all’interno della casa della sua ex, minacciando la moglie di far saltare tutto in aria se non avesse ritirato la denuncia contro di lui per stalking, che lo aveva portato ai domiciliari e a una lontananza forzata dai figli.

Testani si è ritrovato imputato per tentato omicidio, incendio, minacce aggravate e violazione di domicilio. Il pm Luigia Spinelli ha chiesto per lui una condanna a 13 anni di reclusione, ma il Tribunale ha optato per una pena più mite: sette anni.

“Visto il fatto il risultato ottenuto è stato quello di una pena tenue ma, convinti che non sia configurabile il reato di tentato omicidio, faremo appello”, ha dichiarato il difensore di Testani, l’avvocato Guglielmo Raso. La ex dell’imputato, assistita dall’avvocato Silvia Siciliano, si era invece costituita parte civile.

A PAGINA 2 IL VIDEO DELL’ARRESTO NEL GENNAIO 2015

Pagina: 1 2

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]