Accoltella la ex che poi fugge lanciandosi dal balcone: fidanzato condannato

Accoltella la ex che poi fugge lanciandosi dal balcone: fidanzato condannato

Prima ha patteggiato la pena e poi ha fatto ricorso contro la sentenza emessa l’8 luglio scorso dal giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina, Nicola Iansiti, puntando all’assoluzione. Niente da fare. La Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso di Davide Artusa, 24 anni, di Latina, e confermato per lui il patteggiamento a due anni e mezzo di reclusione, condannandolo anche a pagare le spese processuali e 1.500 euro alla cassa delle ammende.

Era il 18 dicembre 2014 quando, spaventata e sanguinante, una ragazza si presentò in un bar di via Grassi, a Latina. Si era appena buttata dal balcone di un appartamento lì vicino. Un volo dal secondo piano per sfuggire, raccontò lei alla Polizia, all’ex fidanzato, che l’aveva picchiata, sequestrata in casa e accoltellata a una mano. Violenza che sarebbe stata il frutto della gelosia del 24enne Davide Artusa, esplosa dopo che la giovane era uscita con un barista, anche lui ferito con una coltellata.

Il giovane, accusato anche di spaccio di droga, essendo state trovate nella sua casa dosi di marijuana e cocaina, alla fine se l’è cavata con il patteggiamento.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]