Truffa e riciclaggio di auto di lusso verso l’Africa, chiesto il rinvio a giudizio per 24 indagati

Operazione Lundering

Auto di lusso rubate e riciclate. Oppure denunciate falsamente come rubate, per intascare anche il risarcimento dalle compagnie assicurative. Ma alla fine tutte portate in Spagna e da lì in Marocco, dove venivano vendute. Questi i tratti essenziali dell’inchiesta denominata X6, in cui il pm Luigia Spinelli ha ipotizzato i reati di riciclaggio, ricettazione, truffa, simulazione di reato, e per cui ora ha chiesto il rinvio a giudizio di 24 indagati.

Le indagini iniziarono sei anni fa, quando ai carabinieri venne segnalato un Bmw X6 parcheggiato in divieto di sosta a Latina. Gli investigatori scoprirono che il suv era riciclato e che all’interno vi erano custoditi anche otto chili di hashish. Poi, tra pedinamenti e intercettazioni, è stato ricostruito il presunto traffico di “supercar” tra Civitavecchia, Fiumicino, Roma, Aprilia, Latina e San Felice Circeo. Ovvero di Range Rover, Mercedes, Volkswagen e Bmw.


Il giudizio è stato chiesto per Francesca Solito, 37 anni, Mario Del Grande, 48 anni, Gianfranco Toselli, 26 anni, Vincenza Massellucci, 43 anni, Marco Daddabbo, 38 anni, Angelo Passeri, 50 anni, Said Daraoui, 29 anni, Juliana Mici, 40 anni, tutti residenti a Latina, Luigi Bonaiuto, 50 anni, Antimo e Maria Gloria, 37 e 47 anni, Mahadi Tazakori, 32 anni, tutti residenti a Terracina, Pericle Centra, 35 anni, di Sermoneta, Tonino Sforza, 26 anni, Vittorio Zingaretti, 49 anni, Mauro Vona, 51 anni, tutti di Aprilia, Luigi Ioannilli, 53 anni, e Zdravko Halilovic, 48 anni, entrambi di Roma, Ciro Di Somma, 54 anni, di Nettuno, Gianluca Ferula, 43 anni, di Cisterna, Fabrizio Frabotta, 47 anni, di Sezze, Nicola Rana, 43 anni, di Bari, Massimo Pennacchi, 51 anni, di Velletri, e L.C. 27 anni, di San Felice Circeo (per le contestazioni a suo carico la giustizia spagnola ha dichiarato l’intervenuta prescrizione, e conseguentemente quella italiana il non luogo a procedere, come da comunicazione ricevuta nel settembre 2021), coinvolti a vario titolo nell’inchiesta “X6”.

Deciderà il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina, Laura Matilde Campoli, il prossimo 27 ottobre.

L’OPERAZIONE CONDOTTA NEL GIUGNO 2013 CHE PORTO’ A 8 ARRESTI E 32 DENUNCE