Scontri con le forze dell’ordine per difendere una casa abusiva: tutti a giudizio

Scontri con le forze dell’ordine per difendere una casa abusiva: tutti a giudizio

A giudizio i 30 imputati accusati di aver cercato di impedire sette anni fa la demolizione di una casa abusiva a Molella, scagliandosi contro le forze dell’ordine. Dopo un problema procedurale, per cui gli atti erano tornati in Procura, il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina, Laura Matilde Campoli, accogliendo la richiesta del pm Luigia Spinelli, ha disposto un processo, che inizierà il prossimo 21 dicembre davanti al giudice Luigi Giannantonio.

Il 30 settembre 2009, per l’ennesima volta, Paolo Ruggiero e la compagna Emanuela Coppola cercarono di impedire la demolizione della loro casa a San Felice Circeo, minacciando anche di darsi fuoco e di dar fuoco alle figlie.

Agli scontri con la forza pubblica si sarebbero poi unite altre 28 persone, tra amici e parenti dei due: il consigliere comunale Roberto Coppola, Maria, Teresa, Massimo, Pasquale, Gabriele e Luca Coppola, Amalia D’Onofrio, Settimo Pizzimenti, già condannato per tentato omicidio di una neonata, Emanuele e Nicola Pizzimenti, Giacomo Toselli, Graziano e Alvaro Cestra, Luigi, Stefano e Aniello Malinconico, Angelo Michele Russo, Antonio e Armando Gabrielli, Saverio Cristini, Matteo Corbanese, Alberto Marocchi, Francesco Ferullo, Michela Blessich, Orlando Ciammarucone, Massimiliano Mura e Marco Cinquegranelli, accusati di resistenza aggravata a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio.

Ora il processo.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]