Volley Serie B1, la Cis Hydra Volley Latina ko a Lagonegro ma rimane seconda

La Cis Hydra Volley Latina non riesce nel match clou della giornata, a battere la Basi Grafiche Lagonegro, cede al tie-break dopo che aveva condotto una partita esemplare per i primi due set, straripando nel primo e rammaricandosi per aver concesso il secondo, solo per propria colpa, quando oramai il parziale era già nelle sue mani e di conseguenza, far prendere fiducia e morale alla formazione lucana, mentre poteva essere il colpo per ammazzare il match.

Partenza a razzo della Cis Hydra che in pochi minuti arriva subito sull’8-2 con due aces di Razzetto e Bigarelli Luca e Lagonegro che pare disorientata da tanta determinazione e voglia. Dopo il rientro in campo la musica non cambia, anzi il divario a favore della squadra di Latina aumenta in modo vertiginoso con due muri consecutivi del capitano Scott Fortunato che porta i suoi sul 13-3. Mr. Falabella chiama time out per arginare gli attacchi pontini, ma c’è poco da fare in questo parziale, Bigarelli e nuovo ace di Quartarone fanno volare l’Hydra sul 16-5 alla seconda sosta. La Cis è in piena trance agonistica, 20-9 grazie ad uno scatenato Roberti, Lagonegro prova a rialzare la testa ma può ben poco e la formazione di coach Pozzi va a chiudere sul 25-14 un set perfetto. Set successivo partono meglio gli ospiti, 4-2 per loro con errori in attacco dei pontini, ma alla prima sosta gira avanti la Basi Grafiche di due sopra, 8-6.


Al ritorno in campo, le cose cambiano, l’Hydra è meno fallosa e mette giù palloni pesanti che le consentono il sorpasso sul 10-9. Bigarelli L. è in giornata super, attacca ogni palla gli capita a tiro e consente ai suoi di girare sopra alla sosta successiva sul 16-14. La partita si infiamma, i lucani recuperano terreno e passano sul 19-18
con errore in attacco di De Fabritiis, ma c’è poco dopo il contro sorpasso Hydra che arriva fino al 23-21 con ace di Alberto Bigarelli. Qui si spegne un po’ la luce per la squadra di casa, che su quattro attacchi consecutivi non riesce a mettere giù un pallone, tutto a vantaggio del Lagonegro che con Boesso sigla successivamente il punto vincente sul 25-23 e pareggiando i conti.

Nel terzo parziale regna nelle battute iniziali un certo equilibrio, rotto da un break Hydra che le consente di essere avanti al primo time out tecnico, 8-6: ma i lucani rientrano in partita e passano sopra e continuano a fare punti anche successivamente con Gabriele al servizio, inesistente fino a quel momento, 18-14 per loro. La Cis Hydra sembra accusare il colpo e cede sotto i colpi di Boscaini che fa allungare i suoi fino al 22-16 e sul successivo muro di Boesso si chiude anche il terzo set a vantaggio degli ospiti, 25-16. La partita ora prende una piega negativa per la squadra pontina che deve assolutamente fare punti per proseguire nel suo cammino e tirare fuori qualcosa in più per cercare di portare a casa il match. Ed infatti inizia a spron battuto andando subito all’attacco e portandosi avanti 8-3 e successivo 11-5: ma la squadra ospite recupera piano piano e si porta a meno due, 14-12.

L’Hydra inizia ad innervosirsi per alcuni attacchi sbagliati, ma nonostante ciò passa sopra alla sosta, 16-14. La cosa dura poco, al rientro i lucani mettono la freccia e vanno sul 19-17 a favore, ma come una bestia ferita la Cis tira fuori gli artigli e incurante del risultato inizia a ributtare palloni pesanti a terra fino alla palla decisiva di Bigarelli A. che permette ai suoi di chiudere il parziale sul 25-22 e pareggiare i conti, rimandando il verdetto finale ad un infuocato
tie-break. Set che inizia rispettando i cambi palla, 3-3, poi successivo 6-6 e break lucano che passa sull’8-6. Errori di distrazione e di traiettoria dei padroni di casa, fanno in modo che il punteggio cambi ancora, 12-7 ospite, che diventa in un attimo 14-8 e traccia la via agli ospiti per il successo, che nonostante un recupero dei padroni di casa, vanno a chiudere sul 15-10 e vincere per 3-2.

Volendo vedere il bicchiere mezzo pieno, l’Hydra con il punto guadagnato scavalca in classifica Castellana Grotte e rimane padrona del suo destino, non deve fare calcoli e pensare solamente a fare risultato per raggiungere traguardi importanti.