Formia, i carabinieri arrestano a Baia Domizia il 61enne segretario del Psi

Aggiornamento ore 14 – I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sessa Aurunca unitamente a quelli della Stazione di Baia Domizia hanno tratto in arresto in flagranza del reato di truffa Costantino Petronzio classe 1955 di Formia. Il 61enne oltre a essere il segretario comunale del Partito Socialista di Formia, partecipò anche all’ultima campagna elettorale a sostegno dell’attuale primo cittadino. Attualmente e proprio in forza del suo ruolo politico in città era una presenza costante alle riunioni di maggioranza.

Tribunale di Santa Maria Capua Vetere
Tribunale di Santa Maria Capua Vetere

Tornando ai fatti descritti dai carabinieri che lo hanno tratto in arresto e poi, su decisione dell’Autorità Giudiziaria posto ai domiciliari, “millantando telefonicamente di essere dipendente della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere e prospettando un imminente controllo dell’autorità, a seguito di incontro, riscuoteva da un 52enne meccanico del luogo, l’importo di euro 500, parte di quanto pattuito per evitare il controllo presso la sua officina di Baia Domizia, ovvero 2.000 euro totali. Nel corso delle indagini sono stati identificati e denunciati in stato di libertà anche due complici rispettivamente di 60 e 34 anni (rispettivamente di Frosinone e Cellole ndr). La somma che era stata versata è stata restituita all’avente diritto”.


Lunedì è attesa la convalida dell’arresto. A difendere il 61enne c’è l’avvocato Gianfranco Testa.