Fondi, cordoglio per la morte di Caterina De Filippis: “Grande figura per la comunità”

Il sindaco di Fondi Salvatore De Meo esprime a nome dell’Amministrazione comunale profondo cordoglio per la morte di Caterina De Filippis, dal 2008 presidente del Comitato A.N.D.O.S. onlus di Fondi e dal 2012 vice presidente nazionale del medesimo sodalizio.

“Di Caterina voglio ricordare la forza d’animo e il sorriso, nonostante le disavventure patite che l’hanno costretta ad affrontare una lunga e dolorosa battaglia. E’ stata sempre in prima fila nelle numerose iniziative di prevenzione e di sensibilizzazione della cittadinanza promosse dall’A.N.D.O.S. sull’importanza della prevenzione e diagnosi precoce per tumori al seno, offrendo con le sue collaboratrici prezioso supporto e validi servizi alle donne operate.


L’amministrazione comunale ha sostenuto sempre convintamente i progetti dell’A.N.D.O.S., tra cui l’Ottobre Rosa, convegni informativi e concerti benefici, e si è avvalsa della collaborazione sua e delle volontarie del Comitato in occasione degli screening del colon retto che hanno consentito di salvare diverse vite umane. Sempre attiva e disponibile, coordinatrice di progetti con la Asl di Latina e l’Ospedale “San Giovanni di Dio” di Fondi, Caterina aveva ricevuto vari riconoscimenti per il suo impegno a favore della donne operate, tra cui il premio “Persona dell’anno” nel 2013 promosso dalla Pro Loco Fondi. Tutta la città deve essere grata a Caterina per quanto ha fatto per la nostra comunità, con grande convinzione e determinazione”.

La triste vicenda di Caterina De Filippis aveva avuto inizio nel 2003, con la diagnosi di un carcinoma mammario. La massiva esposizione ai raggi X derivanti dai trattamenti radioterapici eseguiti per tre anni le comportò l’asportazione di un braccio, di un seno e di alcune costole.