Mozione di sfiducia a Lucci, tra dubbi e il possibile commissariamento

Mozione di sfiducia a Lucci, tra dubbi e il possibile commissariamento
consiglio-comunale-Sabaudia

Il Consiglio comunale di Sabaudia

La mozione di sfiducia nei confronti del sindaco di Sabaudia, Maurizio Lucci è stata protocollata ieri mattina. I consiglieri firmatari sono 8: Giovanni Secci, Marcellino Pastore, Luca Mignacca, Amedeo Bianchi, Renato Bianchi, Temistocle Belmonte, Piera Polisena e Antonio Zeoli. Un fronte anti Lucci composto da Forza Italia, Fratelli d’Italia e Viva Sabaudia Viva/Partito Democratico. Il documento, è approdato ieri sera anche in Consiglio comunale ed è stato da subito oggetto di polemica. Il presidente Avvisati ha contestato, rifacendosi al regolamento, che la mozione non potesse essere letta in considerazione dei tempi di presentazione, risicati, e anche del fatto che agli altri Consiglieri non fosse pervenuta ma poi alla fine, era anche arrivato il via libera. Non c’è stato bisogno di leggere il documento, soprattutto dopo l’intervento del consigliere Mignacca che ha evidenziato l’unico dato che veramente interessava ad un affollato Consiglio comunale e cioè che la maggioranza ancora una volta non era riuscita a raggiungere il numero necessario per fare passare il punto all’ordine del giorno sull’adesione alla Stazione Unica Appaltante.

Sabaudia

iL Comune di Sabaudia

LA SITUAZIONE – Quindi Consiglio chiuso, luci spente al Mazzoni e forse anche su un’altra consiliatura. La mozione sarà comunque discussa a breve, durante il prossimo Consiglio comunale quando si deciderà come e se votare. La minoranza mantiene il suo ruolo, la maggioranza è definitivamente spaccata come si legge anche nella mozione firmata da tutti i consiglieri di FdI.

Marilena Gelardi, assessore dimissionario in quota Fratelli d'Italia

Marilena Gelardi, assessore dimissionario in quota Fratelli d’Italia

L’assessore Marilena Gelardi nella giornata di ieri ha anche consegnato le proprie dimissioni. La strada è quella del tutti a casa, con la prospettiva di un anno e mezzo di commissariamento. Il rischio di fare cadere il Sindaco prima e di andare al voto a giugno non lo ha voluto correre proprio nessuno, nonostante il malessere come più volte palesato, andasse avanti da molti mesi. Quindi tutto sommato per organizzare una campagna elettorale chi da una parte, chi da un’altra ci sarà tempo a sufficienza. E già c’è aria di coalizioni più o meno trasversali.

Il sindaco dimissionario Maurizio Lucci

Il sindaco dimissionario Maurizio Lucci

IL TESTO DELLA MOZIONE – Nel testo della mozione vengono fornite ovviamente delle motivazioni, quelle che per i firmatari sarebbero determinanti per arrivare una sfiducia. C’è coerenza rispetto a quanto contestato nei mesi, nella posizione dei consiglieri di opposizione che soprattutto fanno riferimento ad una “gestione superficiale del bilancio di programmazione determinata prioritariamente dalla sovrastima delle entrate e dalla sottostima delle uscite, nonché l’assenza di una visione di insieme programmatica e progettuale per l’incameramento di nuove risorse, non derivanti dalle pressione fiscale, bensì dal rilancio dell’economia e dalla valorizzazione del patrimonio e delle peculiari risorse della nostra città”. Scelte queste che insieme ad altre avrebbero portato “l’impossibilità di ridurre la pressione fiscale”.

Per quanto riguarda invece Fratelli d’Italia la storia cambia perchè oltre a problemi legati a scelte amministrative non condivise, c’è anche tutto un aspetto legato a forti attriti interni. E’ vero, si fa riferimento a questioni come la Centrale Unica di Committenza rispetto a cui più volte in Consiglio gli esponenti di FdI avrebbero lamentato di non avere visionato la documentazione. E poi c’è anche il caso strisce blu, Però nella mozione si evidenziano anche altri situazioni in riferimento all’operato del sindaco “che insieme ad alcuni consiglieri – si legge – dei gruppi “Misto e Lista Lucci” ha preso decisioni che non sempre hanno coinciso con quelle necessarie alla crescita ed al sostegno della collettività”. E poi ancora i Consiglieri sottolineano come “l’aver sollevato rilievi costruttivi sulla legittimità del proposte riguardanti i due procedimenti amministrativi – in riferimento a Cuc e parcheggi ndr – nell’interesse dell’ente e dei suoi cittadini, invece di ottenere il dovuto riscontro, con i necessari correttivi, hanno provocato reazioni scomposte da parte dei  membri dell’esecutivo comunale e della maggioranza consiliare”.

mareggiata sabaudiaIL FUTURO – Ed ora si aprono tutta una serie di scenari e anche di ipotesi. Da ieri sera, le voci a palazzo si rincorrono. C’è chi è pro commissariamento pensando che attraverso un periodo di altro governo tanti aspetti potrebbero essere sistemati, partendo dalle spese e dalla gestione degli affidamenti diretti. C’è chi pensa invece ad un’estate con il commissario ed alle ripercussioni che potrebbero esserci. Riassumendo gli aspetti che nella mozione sarebbero determinati per la sfiducia sono quindi, problemi legati alla gestione delle casse comunali per quanto riguarda la minoranza, i casi Cuc e parcheggi ed ovviamente il mancato dialogo e la frattura per gli esponenti di maggioranza.

Non sono quindi motivo di sfiducia altre questioni che da mesi tengono banco dentro e fuori il Consiglio come ad esempio quelle legate all’urbanistica, che ultimamente sembra essere “il problema” del Comune di Sabaudia almeno rispetto le posizioni assunte da questa ultima amministrazione. Probabilmente per tracciare veramente quanto accaduto nell’ultimo anno, nei mesi in cui sarebbe mancato il dialogo in maggioranza occorrerebbe fare un’analisi molto accurata rispetto quanto presentato in termini di proposte, quanto votato, partendo dai documenti considerati da tutti votabili (bilanci compresi) per capire fino a quando la maggioranza è stata unita e quali eventualmente possano essere state le questioni che una dopo l’altra hanno reso sempre più profonda la frattura. Perché la Cuc ed i parcheggi sono vicende piuttosto recenti.

 

You must be logged in to post a comment Login

h24Social