La bonifica della discarica di Borgo Montello? Rischiano di pagarla i cittadini

Discarica Borgo Montello

I cittadini di Latina sopportano da anni una servitù pesantissima come quella della discarica di Borgo Montello, rischiano alla fine, se qualcosa tra fideiussioni e accantonamenti dovesse andare storto, di pagare loro la bonifica e il Comune neppure incassa le somme a cui ha diritto come risarcimento per la presenza di un sito del genere, senza che nessuno nell’ente locale muova un dito. Questa in estrema sintesi la denuncia fatta, nel corso dell’audizione in commissione parlamentare d’inchiesta sulle ecomafie, dal procuratore capo di Latina, Andrea De Gasperis, e dal pm Luigia Spinelli.

Palazzo San Macuto a Roma dove si riunisce la
Palazzo San Macuto a Roma dove si riunisce la Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti

Nell’ambito delle indagini che su Montello sta portando avanti la Procura, gli inquirenti hanno infatti specificato che è emerso come i benefit, ovvero il denaro dovuto al Comune da chi gestisce le discariche, le somme da pagare in base al quantitativo di rifiuti abbancati, vengano stabilite e comunicate all’ente pubblico da parte degli stessi imprenditori della monnezza, ma soprattutto che non sarebbe stato liquidato neppure quanto gli stessi avevano comunicato di dover liquidare.


“Per il 2011, ad esempio – ha affermato il pm Spinelli -, Indeco doveva versare 1.384.000 euro e invece ha versato 1.059.503 euro, senza che nessuno abbia chiesto niente. L’impressione è che non ci sia piena consapevolezza dei benefit ambientali. Ora qualcosa in Comune stanno facendo, ma sempre sotto il pungolo delle indagini e questo non va bene”.

Andrea De Gasperis
Andrea De Gasperis

Il procuratore De Gasperis ha anche specificato che, indagando su Indeco, è stato appurato che nel sito gestito dalla società erano stati abbancati molti più rifiuti di quelli autorizzati e l’invaso è stato così sequestrato.

“La Regione – ha aggiunto il pm Spinelli – è intervenuta solo dopo le nostre indagini. A Montello sono finiti però nel tempo oltre 5 milioni di tonnellate di rifiuti e chi gestisce le discariche ha incassato circa 276 milioni di euro. Questo per dire che dietro la gestione di una discarica vi sono affari molto molto rilevanti”.

Regione responsabile? Rispondendo alle domande in tal senso dei commissari, il procuratore si è limitato a dire che eventualmente la competenza su tale aspetto è della Procura di Roma.

Luigia Spinelli (foto lametino.it)
Luigia Spinelli (foto lametino.it)

Per quanto riguarda infine eventuali interessi della criminalità organizzata sul fronte rifiuti, il pm Spinelli ha sottolineato che vi sono “alcuni segnali sintomatici nel ciclo regolare che meritano approfondimento, a partire da rifiuti che vanno fuori dall’ambito territoriale e dal venir meno del principio di prossimità”.

 

Qui resoconto stenografico precedente audizione del 16 marzo