Fondi, arrestato per spaccio: libero con obbligo di firma

Arrestato per spaccio di stupefacenti alla stazione ferroviaria di Fondi, dopo la direttissima di sabato mattina è prontamente tornato in libertà.

Si tratta di un 32enne indiano residente da anni nella Piana, finito in manette giovedì sera ad opera dei carabinieri della Tenenza locale. I militari del comandante Ivan Mastromanno lo avevano notato intorno alle 22, appena sceso da un treno proveniente da Napoli, intento a porgere un pacchetto di sigarette a un connazionale. Con quest’ultimo che, alla vista delle divise, prima ha ridato indietro il pacchetto – subito lanciato dall’altro in terra – poi è fuggito sparendo tra i vagoni. Nella “patata bollente”, una bustina con circa un grammo di eroina.


*L'avvocato Parisella*
*L’avvocato Parisella*

Inevitabile, l’arresto del 32enne, bracciante agricolo, che ieri è comparso davanti al giudice del Tribunale di Latina Luigi Giannantonio per la convalida dell’arresto. Mentre il pm di turno aveva chiesto l’applicazione dei domiciliari, al termine dell’udienza il giudice ha optato per la remissione in libertà con obbligo di firma due volte la settimana, in accoglimento delle istanze del difensore del presunto pusher, l’avvocato Alessandro Parisella. Che, contestualmente, ha annunciato la richiesta di giudizio abbreviato.