Casapound Latina: “L’isola (ecologica) che non c’è”

Nella notte i militanti di CasaPound hanno affisso diversi striscioni, recanti il testo “l’isola che non c’è”, presso le ormai in disuso isole ecologiche di Chiesuola e Latina Scalo. Attraverso il candidato sindaco Marco Savastano il movimento dichiara che: “In questo periodo di campagna elettorale non vogliamo perdere di vista i problemi della città e il malcostume della politica locale nei confronti di progetti iniziati e poi abbandonati con un gran sperpero di denaro pubblico, puntiamo il dito ancora una volta contro le precedenti amministrazioni e contro le opposizioni complici”.

CASapound latina isola ecologiaChiude infine Savastano: “L’esperienza fallimentare di LatinAmbiente è il risultato di quel modello di municipalizzata dove i privati speculano su servizi essenziali di interesse pubblico nella complicità colpevole della politica, come CasaPound non possiamo permettere a certi personaggi di presentarsi come il nuovo a questa tornata elettorale senza dover rendere conto dei disastri passati. Sfortunatamente per loro noi abbiamo la memoria lunga”.